Domenico Martinelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Domenico Martinelli (Lucca, 30 novembre 165011 settembre 1718) è stato un architetto italiano.

Ordinato prete, studiò all'Accademia di San Luca di Roma e quindi lavorò intensamente oltre le Alpi, a Varsavia, Praga, in Olanda, ma soprattutto in Austria, dove importò l'architettura barocca italiana.

A Vienna progettò il Palazzo Liechtenstein (Stadtpalais Liechtenstein, 1692-1702) ispirandosi al Palazzo Chigi-Odescalchi di Gian Lorenzo Bernini e che, con il suo elaborato scalone interno, influenzò l'architettura di numerosi palazzi viennesi. Probabilmente, sempre nella capitale austriaca, si occupò anche del Palazzo Harrach (1690 circa), mentre a lui è attribuito il Palazzo Kaunitz a Slavkov u Brna.

A Lucca lavorò nel convento di San Nicolao Novello e nelle chiese di Sant'Andrea e dei Santi Giovanni e Reparata.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • N. Pevsner, J. Fleming, H. Honour, Dizionario di architettura, Torino, Einaudi, 1981. ISBN 8806130692

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 76399690 LCCN: nr91040040