Dinastia normanna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con il termine Dinastia Normanna si intende la genealogia dei membri appartenenti alle famiglie dei duchi di Normandia, dei re d'Inghilterra e dei conti e monarchi di Sicilia.

Origine ed espansione[modifica | modifica sorgente]

Capostipite fu lo jarl norvegese Hrôlfr, più noto come Rollone, che verso la fine del IX secolo guidò l'armata vichinga di cui era a capo all'occupazione della costa nordoccidentale del Regno dei Franchi,dove già anni prima,soprattutto nella regione del Cotentin si formarono i primi insediamenti di popolazioni scandinave,in massima parte originarie della Norvegia.

Le scorrerie normanne arrivarono fino alle porte di Parigi, e nel 911, dopo una serie di scontri e razzie nel territorio circostante,i Normanni arrivarono ad assediare la capitale del regno dei Franchi occidentali.Il sovrano Carlo il Semplice nel tentativo di ottenere una preziosa alleanza con i Normanni offrì a Rollone il controllo di un vasto territorio corrispondente all'antica Neustria in cambio della promessa di supporto militare e di riduzione delle scorrerie vichinghe nel territorio franco sancita con la con la sua conversione al cristianesimo. Tale possedimento si espanse attraverso l'annessione di diversi territori limitrofi, che nel 924 portarono al riconoscimento del Ducato di Normandia e alla conversione in massa al Cristianesimo dei normanni.

Il pronipote di Rollone, Guglielmo il Conquistatore,a capo di 5.000 uomini il 28 settembre 1066 sbarcò a Pevensey, nel Sussex. Il 14 ottobre ebbe luogo quella ricordata come la Battaglia di Hastings, dove si scontrarono le truppe normanne contro quelle sassoni di re Aroldo II.

Il conflitto, conclusosi con la vittoria normanna, portò all'incoronazione di Guglielmo di Normandia a re d'Inghilterra, il 25 dicembre.

Nella prima metà del XI secolo,i contingenti mercenari Normanni nell'Italia meridionale sotto la guida dei fratelli Altavilla e dei membri della famiglia Drengot Quarrel avviarono un rapido processo di conquista del Meridione tramite una serie di operazioni militari e politiche che videro nell'espulsione della presenza bizantina dal territorio e in un sistema di alleanze,assoggetamenti e unioni parentali con l'aristocrazia longobarda locale i passaggi chiave del consolidamento dell'egemonia normanna nel continente. Vennero conquistati inizialmente vasti territori della Campania e della Puglia, che portarono alla creazione di diversi feudi riuniti nella Contea di Puglia prima e nel Ducato di Puglia,Calabria e Sicilia in seguito.


Intorno al 1061 Roberto il Guiscardo e suo fratello Ruggero d'Altavilla intrapresero la conquista della Sicilia,fino a quel momento in mano ai musulmani.

Furono conquistate inizialmente soltanto Messina e le località dell'entroterra catanese della Valle del Simeto. Nel 1062 Ruggero fu proclamato da suo fratello Roberto primo conte di Sicilia, che diede origine alla casata normanno-sicula degli Altavilla, ma la definitiva affermazione dei Normanni sugli Arabi avvenne nel 1091, molti anni dopo le conquiste delle città di Catania e Palermo del 1072 e di altri territori dell'isola.

Ruggero II di Sicilia, figlio omonimo del precedente, elevò nel 1130 la Sicilia a rango di Regno. A quest'ultimo si deve l'unificazione politica del Mezzogiorno, con la sottomissione dei feudi normanni del territorio.

Rami[modifica | modifica sorgente]

Duchi di Normandia (911-1066)[modifica | modifica sorgente]

Re d'Inghilterra e Normandia (1066-1154)[modifica | modifica sorgente]

Conti di Sicilia (1061-1130)[modifica | modifica sorgente]

Re di Sicilia (1130-1194)[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (FR) G. Bascle Lagrèze - Les normands dans les deux mondes - Parigi, Firmin-Didot, 1890.
  • (EN) H. W. C. Davis - England Under the Normans and Angevins - Londra, Dabney press, 2007, ISBN 1406701335.
  • P. Delogu - I Normanni in Italia: cronache della conquista e del regno - Napoli, Liguori editore, 1984, ISBN 8820713128.
  • (FR) G. B. Depping - Histoire des expéditions maritimes des Normands et de leur établissement en France au dixième siècle - Parigi, Pointheau, 1826.
  • (EN) J. A. Green - The Aristocracy of Norman England - Cambridge, Cambridge University Press, 2002.
  • D. Matthew - I normanni in Italia (tradotto da E. I. Mineo) - Bari, Laterza, 2008, ISBN 8842087459.
  • (FR) L. Mirot - Manuel de géographie historique de la France, vol. 1 - Parigi, A. et J. Picard, 1947.
  • Ernesto Pontieri - Tra i Normanni nell'Italia meridionale - Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1964.
  • (EN) A. Thierry - History of the conquest of England by the Normans: its causes, and its consequences, in England, Scotland, Ireland, & on the continent - Londra, David Bogue, 1847.