Diamma bicolor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Diamma bicolor
Female blue ant05.jpg
Femmina
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Hymenopteroidea
Ordine Hymenoptera
Sottordine Apocrita
Sezione Aculeata
Superfamiglia Vespoidea
Famiglia Tiphiidae
Sottofamiglia Diamminae Westwood, 1835
Genere Diamma Westwood, 1835
Specie D. bicolor
Nomenclatura binomiale
Diamma bicolor
Westwood, 1835

Diamma bicolor Westwood, 1835 è un Tiphiidae, unica specie della sottofamiglia Diamminae e del genere Diamma.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le femmine raggiungono i 25 mm e sono attere, mentre i maschi sono più piccoli (circa 15 mm) e sono dotati di ali.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Le femmine cacciano esclusivamente grillotalpidi. Le uova vengono deposte dopo che la preda è stata paralizzata e in seguito, una volta schiusasi la larva, si ciberà della preda. I maschi adulti si cibano di nettare e polline.[1]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è presente in Australia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lynn S. Kimsey, Relationships among the tiphiid wasp subfamilies (Hymenoptera). in Systematic Entomology, vol. 16, nº 4, 1991, pp. 427–438.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi