Devario malabaricus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Devario malabaricus
Danio sp.jpg

Devario malabaricus by Blaise.png

Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Ordine Cypriniformes
Superfamiglia Cyprinoidea
Famiglia Cyprinidae
Genere Devario
Specie D. malabaricus
Nomenclatura binomiale
''Devario malabaricus''
Jerdon, 1849
Sinonimi

Danio malabaricus

Devario malabaricus è un pesce d'acqua dolce tropicale appartenente alla famiglia dei Cyprinidae, un tempo classificato nel genere Danio.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Diffuso nella costa occidentale dell'India e dello Sri Lanka. È stato introdotto in diverse nazioni come Colombia e Stati Uniti d'America. Si trova in vari ambienti ma preferisce acque correnti[2].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La taglia massima non supera i 12 cm[2].

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Forma banchi non numerosi[2].

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Si riproduce durante scrosci di pioggia in acqua bassa e ricca di vegetazione. Le uova sono di colore arancio e vengono deposte in numero di 200[2].

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si ciba di insetti e di detriti[2].

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Viene allevato e riprodotto in cattività con successo[2].

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La biodiversità dei monti Ghat occidentali dove vive questa specie è minacciata a causa di un aumento della popolazione umana e la perdita di habitat associati. Tuttavia le popolazioni sono abbondanti e non mostrano alcun segno di rarefazione[1]

  1. ^ a b (EN) Devario malabaricus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ a b c d e f (EN) Devario malabaricus in FishBase. URL consultato il 01/09/2014.