David Cicilline

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David Cicilline
David Cicilline 112th Congress Portrait.jpg

Membro della Camera dei Rappresentanti - Rhode Island, distretto n.1
Durata mandato 3 gennaio 2011 - In carica
Predecessore Patrick Kennedy

36° Sindaco di Providence, Rhode Island
Durata mandato 6 gennaio 2003 - 3 gennaio 2011
Predecessore John J. Lombardi
Successore Angel Taveras

Membro della Camera dei Rappresentanti del Rhode Island
Durata mandato 1995 - 2003

Dati generali
Partito politico Democratico
Tendenza politica progressista

David Nicola Cicilline (Providence, 15 luglio 1961) è un politico e avvocato statunitense, membro della Camera dei Rappresentanti per lo stato del Rhode Island.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di un avvocato italoamericano e di una ebrea sabra, Cicilline crebbe a Providence e poi si trasferì a Narragansett. Intraprese gli studi in legge e lavorò come avvocato prima di entrare in politica.

Nel 1992 tentò di conquistare un seggio al Senato, ma fu sconfitto. Due anni dopo riuscì a farsi eleggere alla Camera dei Rappresentanti del Rhode Island, dove rimase per quattro mandati. In questi anni fece coming out rivelandosi gay.

Nel 2002 si candidò a sindaco di Providence e venne eletto con l'84% dei voti. Durante i suoi due mandati si registrò il più basso tasso di crimine in 30 anni.

Nel 2010, approfittando del ritiro del deputato Patrick Kennedy (figlio di Ted), Cicilline si candidò per sostituirlo alla Camera dei Rappresentanti e vinse le elezioni.

Attualmente è uno dei quattro Rappresentanti dichiaratamente omosessuali (insieme a Tammy Baldwin, Jared Polis e Barney Frank). Di ideologia progressista, è un membro del Congressional Progressive Caucus.

Di dichiarate origini italiane, fa parte della Italian American Congressional Delegation.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ NIAF

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]