Dalia Nera (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dalia Nera
Titolo originale The Black Dahlia
Autore James Ellroy
1ª ed. originale 1987
Genere romanzo
Sottogenere noir
Lingua originale inglese
Serie L.A. Quartet
Seguito da Il grande nulla

Dalia Nera (The Black Dahlia) è un romanzo di genere "neo"-noir scritto da James Ellroy, ispirato a un fatto realmente accaduto, l'omicidio di Elizabeth Short, aspirante attrice soprannominata "Dalia Nera".

Dalia Nera è primo libro della quadrilogia della Los Angeles Nera, romanzi ambientati tra gli anni quaranta e gli anni cinquanta a Hollywood. In Italia, è stato pubblicato dalla Arnoldo Mondadori Editore nel 2006.

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'indagine sull'omicidio della Elizabeth-Liz-Betty-Bet Short, la Dalia Nera, viene affidata a Lee e Dwight, due poliziotti con un passato nel mondo del pugilato. La coppia sarà costretta a muoversi in ambienti ostili e corrotti per far luce sul crimine della ragazza, che per entrare nel mondo di Hollywood usa tutti i mezzi possibili. Un delitto efferato che diventerà l'angoscia per Lee e Dwight, divisi sul ring, uniti indissolubilmente da due donne: l'enigmatica Key ed il fantasma Elizabeth. Il loro viaggio li porterà a dividersi e rincontrarsi facendo i conti con le loro debolezze, il loro passato e le loro angoscie.

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Dal romanzo c'è stata anche una trasposizione cinematografica nel 2006, The Black Dahlia diretto da Brian De Palma.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]