Criptoportico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il criptoportico dell'imperatore Nerone al Palatino (Roma).

Nell'architettura dell'antica Roma un criptoportico (dal greco criptos (nascosto) e dal latino porticus) è un corridoio o una via di passaggio coperta.

Il criptoportico può essere al livello del terreno, ma di solito è seminterrato, e supportava una struttura come un foro o una villa romana, nel quale caso fungeva da basis villae, come corridoio di servizio non esposto alla vista.

È spesso ricoperto a volta e presenta delle aperture sia in funzione di illuminazione che per l'aerazione degli ambienti sotterranei.

Negli scritti di Plinio il Giovane, il termine è usato come sinonimo di cripta.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]