Creatinina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Creatinina
formula di struttura
modello a palle e bastoncini
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C4H7N3O
Massa molecolare (u) 113,12 g/mol
Aspetto solido bianco
Numero CAS [60-27-5]
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua 90 g/l (20 °C)
Temperatura di fusione 305 °C (578 K) (decomposizione)
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P --- [1]

La creatinina è un composto eterociclico. A temperatura ambiente si presenta come un solido bianco quasi inodore.

Nel corpo umano, la creatinina è un prodotto della reazione di degradazione della creatina che avviene nei muscoli a velocità grossomodo costante.

Fisiologia[modifica | modifica wikitesto]

È principalmente filtrata dai reni e il suo livello nel sangue è usato come indicazione dell'attività renale. I livelli di creatinina tendono a essere più elevati negli uomini a causa della maggiore massa muscolare.

Uso diagnostico[modifica | modifica wikitesto]

La creatininemia è la concentrazione di creatinina nel sangue. La misura della concentrazione di creatinina nel plasma (creatininemia) è un comune indicatore della funzione renale. Un suo aumento è indice di un esteso danno ai nefroni, non è quindi un indicatore adatto per diagnosi precoci.

Stime migliori possono essere ottenute verificando il tasso di smaltimento della creatinina (Clearance della creatinina, ClCr) verificandone l'andamento della concentrazione in funzioni di variabili legate al sesso, all'età, al peso e all'etnia, nonché controllando la concentrazione nell'urina del paziente prodotta nell'arco di 24 ore.

Interpretazione[modifica | modifica wikitesto]

Il livello di creatinina è generalmente riportato in milligrammi per decilitro (Stati Uniti) o in micromoli per litro (Europa, Canada). 1 mg/dL corrisponde a 88,4 µmol/L.

I valori tipici sono

Valori normali
Donna 0,5 a 1,0 mg/dL (circa 45-90 µmol/L)
Uomo 0,7 a 1,2 mg/dL (60-110 µmol/L)


Mentre un livello di creatinina nel plasma di 1,6 mg/dL (140 µmol/l) può essere normale per un atleta robusto, un livello di 0,9 mg/dL (80 µmol/l) può essere un segnale di ridotta attività renale in una donna anziana. Più indicativo del livello di creatinina in sé, è il suo andamento nel tempo. Una concentrazione in aumento indica una funzionalità renale in peggioramento, mentre una concentrazione in diminuzione è segno di una migliorata funzionalità dei reni.

Per una corretta interpretazione del livello di creatininemia si ricorre alla formula di Cockroft-Gault:

VFG\ maschile = {(140-et\grave{a}) \cdot Peso \over (72 \cdot creatinina\ sierica)}

VFG\ femminile = {(140-et\grave{a}) \cdot Peso \over (72 \cdot creatinina\ sierica)} \cdot 0,85

  • VFG, velocità di filtrazione glomerulare
  • Peso, in kg

il cui risultato è un numero espresso in ml/min che è indice della Velocità di Filtrazione Glomerulare, ovvero della funzionalità renale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 25.01.2011

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia