Cosmo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Cosmo (disambigua).

Con il termine cosmo in filosofia e teologia s'intende un sistema ordinato o armonico. L'origine della parola è il greco κόσμος (kósmos) che significa "ordine" ed è il concetto opposto a caos (la parola cosmetico deriva dalla stessa radice). Nel linguaggio scientifico cosmo è considerato sinonimo di universo, in particolare in relazione al continuum spazio-temporale dentro l'ipotetico multiverso. In russo, la parola κосмос (kosmos) significa semplicemente "spazio".

Filosofi[modifica | modifica wikitesto]

Pitagora è stato probabilmente il primo filosofo ad applicare il termine cosmo all'universo, forse in relazione al firmamento. l'idea del Cosmo come espressione dell'ordine divino o di una creazione ordinata da Dio, al di là delle speculazioni filosofiche e delle varie dottrine religiose, (vedi mazdeismo) è da sempre evidentemente già presente nelle Sacre Scritture come un dato di fatto.

Il cosmismo russo è stato una corrente di pensiero emersa in Russia all'inizio del XX secolo, che metteva il cosmo al centro della propria dottrina.

Teologia[modifica | modifica wikitesto]

In teologia, il termine cosmo si usa per descrivere l'Universo creato, senza includere il Creatore. La versione dei Settanta della Bibbia usa sia κόσμος che οἰκουμένη (oikouménē) per il mondo abitato. Nella teologia cristiana, la parola è usata anche per riferirsi alla vita terrena.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

AA.VV., Cosmo in Enciclopedia Italiana, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.