Constantijn Francken

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi XIV riceve le chiavi di Strasburgo il 23 ottobre 1681

Constantijn o Constantyn o Constantinus Francken (Anversa, 5 aprile 1661Anversa, 12 gennaio 1717) è stato un pittore fiammingo appartenente alla Scuola dell'Olanda meridionale[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Apparteneva alla dinastia di pittori Francken: era infatti figlio di Hieronymus Francken III[1][2]. Secondo alcuni fu istruito da questi nell'arte della pittura[2], ma secondo altri è piuttosto improbabile che ciò fosse avvenuto realmente, a causa della data di morte di Hieronymus Francken III, compresa tra il 1661 e il 1681[1].

Constantijn soggiornò a Parigi dal 1679 al 1694[1].

Rientrato ad Anversa, nel 1695 entrò a far parte della Corporazione di San Luca della città[2], divenendone decano l'anno successivo[1][3].

Nel 1696-1697 fu suo allievo Carel van Falens[1].

Constantijn Francken dipinse soprattutto paesaggi, in particolare urbani, battaglie[1], assedi e scontri di cavalleria[3], ritratti[1] e soggetti storici[2].

Opere[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j Rijksbureau voor Kunsthistorische Documentatie
  2. ^ a b c d e Enciclopedia online larousse
  3. ^ a b c d De levens en werken der Hollandsche en Vlaamsche kunstschilders

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]