Cloridrato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In chimica i cloridrati sono i sali derivanti, o considerati come risultante, dalla reazione tra l'acido cloridrico e una base organica (generalmente un'ammina).

Ad esempio nel caso di un'ammina primaria

\mathrm{R{-}NH_2 + HCl \rightarrow \left[R{-}NH_3\right]^+ Cl^- }

Grazie alla formazione di cloridrati è possibile purificare le ammine per cristallizzazione. Essendo solidi cristallini, i cloridrati sono generalmente molto più stabili rispetto alle corrispondenti ammine liquide.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

La conversione di ammine insolubili in cloridrati è un modo comune per renderle solubili in acqua. Ciò è particolarmente auspicabile per le sostanze utilizzate in farmaci. Molte sostanze farmaceutiche sono preparate come cloridrati in modo che possano essere rapidamente rilasciate nel tratto gastrointestinale; il corpo assorbe un cloridrato di solito entro 15 - 30 minuti dalla somministrazione.

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia