Capitani d'aprile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Capitani d'aprile
Titolo originale Capitães de Abril
Paese di produzione Portogallo
Anno 2000
Durata
Colore colore
Audio sonoro
Genere storico
Regia Maria de Medeiros
Interpreti e personaggi

Capitani d'aprile (in portoghese Capitães de Abril) è un film realizzato da Maria de Medeiros nel 2000. Il suo debutto ebbe abbastanza successo e ricevette varii premi nazionali ed internazionali. La storia è basata sul colpo di stato militare, che avvenne in Portogallo il 25 aprile del 1974.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella notte tra il 24 ed il 25 aprile 1974, la radio emette una canzone proibita: Grândola vila morena. Potrebbe trattarsi di un semplice atto d'insubordinazione da parte di uno speaker ribelle ma, in realtà, è uno dei segnali programmati del colpo di stato militare che cambierà completamente il volto del paese, soggetto alla dittatura dell'Estado Novo da quasi 50 anni, e il destino delle colonie portoghesi in Africa e in Asia.

Al suono della voce del poeta e cantautore José Afonso, le truppe insorte occupano le caserme. A quasi tre ore all'alba, marciano verso Lisbona. A distanza di poco tempo dal triste evento militare in Cile, la Rivoluzione dei garofani si distingue per il carattere avventuriero, ma anche pacifico e lirico del suo svolgimento.

Queste 24 ore di rivoluzione vengono vissute da tre personaggi principali: due capitani e una donna che è professoressa di letteratura e giornalista.

Capitani d'aprile è il primo lungometraggio di Maria de Medeiros in veste di regista. In questo modo rende omaggio a quei giovani soldati che salvarono la sua patria da troppo tempo oppressa.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]


Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema