Cambio di sesso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un pesce pagliaccio in un acquario. Questo tipo di pesci cambia sesso spontaneamente in natura.

Il cambio di sesso consiste nel passaggio di un individuo da un sesso all'altro. Questo passaggio può avvenire: in maniera spontanea per le peculiarità della specie, per cause esterne o in maniera voluta, tramite un intervento umano.

Cause naturali[modifica | modifica sorgente]

In diverse specie animali avviene un cambio di sesso in modo spontaneo e naturale, in particolare nei pesci. A differenza del classico ermafrodita, in cui si presentano contemporaneamente caratteri maschili e femminili (ermafroditismo istantaneo), in queste specie avviene un cambiamento nel tempo, al raggiungimento di una certa età. Questo è detto ermafroditismo sequenziale, che a sua volta si suddivide in:

  • proterandrico, in cui l'individuo passa una prima fase della sua vita sessuale come maschio e la termina come femmina;
  • proteroginiche, in cui l'individuo passa una prima fase della sua vita sessuale come femmina e la termina come maschio;
  • alternante, in cui gli individui di una certa specie cambiano sesso più di una volta durante il loro ciclo vitale.

Un esempio di ermafrodita proteroginico sono i pesci del genere Anthias. Alcuni altri esempi di pesci che cambiano sesso sono: il pesce pappagallo, il pesce napoleone, la cernia e tanti altri. Anche nei molluschi bivalvi è molto comune la condizione proterandrica, ad esempio fra le ostriche.

Cause esterne[modifica | modifica sorgente]

In alcune specie, il processo di cambiamento può venire attivato da fattori esterni, come l'inquinamento delle acque e del mare, da parte di sostanze chimiche o perfino ormoni.

In alcune specie di anellidi ed anfibi, il sesso è influenzato dalla temperatura.

Nella specie umana[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Transizione (transgenderismo).

Nella specie umana, per cambio di sesso (ufficialmente, Adeguamento tra Identità Fisica ed Identità Psichica o semplicemente Adeguamento di genere) si intende solitamente il percorso di transizione, che include tutte le procedure mediche (ormonali, chirurgiche ecc) e legali seguite da persone transessuali per l'adeguamento del proprio corpo, ma a volte si usa per indicare la sola riassegnazione chirurgica del sesso, che solitamente si riferisce ai soli organi genitali.

Per le persone transessuali il termine è comunque improprio in quanto, dal loro punto di vista, si tratta di un adeguamento della propria esteriorità fisica alla propria interiorità. Vale a dire, per esempio, che una donna con caratteri maschili li corregge per averli conformi alla propria identità di genere o viceversa un uomo con caratteri femminili.

Procedure simili riguardano anche le persone intersessuate, ovvero le procedure a cui si sottopongono (o più frequentemente a cui vengono sottoposti da bambini, se non direttamente alla nascita) queste persone.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]