C'era una volta in Anatolia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
C'era una volta in Anatolia
C'era una volta in Anatolia.jpg
Titoli di testa
Titolo originale Bir zamanlar Anadolu'da
Paese di produzione Turchia, Bosnia ed Erzegovina
Anno 2011
Durata 150 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Nuri Bilge Ceylan
Soggetto Nuri Bilge Ceylan, Ebru Ceylan, Ercan Kesal
Sceneggiatura Nuri Bilge Ceylan, Ebru Ceylan, Ercan Kesal
Produttore Zeynep Ozbatur Atakan, Murat Akdilek, Eda Arikan, Nuri Bilge Ceylan, Müge Kolat, Mirsad Purivatra, Ibrahim Sahin
Distribuzione (Italia) Parthénos
Fotografia Gökhan Tiryaki
Montaggio Bora Gökşingöl, Nuri Bilge Ceylan
Scenografia Çagri Erdogan, Dilek Yapkuöz Ayaztuna
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

C'era una volta in Anatolia (Bir zamanlar Anadolu'da) è un film del 2011 diretto da Nuri Bilge Ceylan, vincitore del Grand Prix Speciale della Giuria al 64º Festival di Cannes.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film si svolge nelle steppe dell'Anatolia, dove un assassino conduce la polizia con il procuratore ed il medico sul luogo dove ha nascosto il corpo di una vittima. L'assassino purtroppo non ricorda o non vuole ricordare tutti gli indizi e quindi la ricerca si fa lunga, lasciando scoprire mano a mano piccoli indizi rivelatori.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Awards 2011, festival-cannes.fr. URL consultato il 25 febbraio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema