Brunet Zamora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brunet Zamora
Brunet Zamora Titolo Italiano SuperLeggeri.jpg
Brunet Zamora dopo la conquista del titolo italiano superleggeri.
Dati biografici
Nome Brunet Fernández Zamora
Nazionalità Cuba Cuba
Italia Italia
Pugilato Boxing pictogram.svg
Dati agonistici
Categoria pesi superleggeri
Totali 29
Vinti (KO) 25 (11)
Persi (KO) 2
Pareggiati 2
 

Brunet Fernández Zamora (L'Avana, 25 ottobre 1974) è un pugile cubano naturalizzato italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sposato con un'italiana, ha preso la cittadinanza italiana e risiede a Trieste. Combatte nella categoria super leggeri (– 63.504kg/140 libbre).

Nel 1999 è stato campione nazionale nei pesi leggeri, con i colori dell'Associazione pugilistica Udinese. Ha vinto la medaglia di bronzo ai Campionati europei di pugilato dilettanti del 2002.

Nel 2000 alle Olimpiadi di Sydney avrebbe dovuto partecipare come peso leggero, ma fu trovato positivo ai controlli antidoping causa l'assunzione di un diuretico presente nella lista dei prodotti proibiti.[1]

Nel 2005 passa al professionismo esordendo contro Nemecek Pavel e vincendo per KO. Successivamente vince l'incontro contro Claudiu Pop.

Nel 2007 vince il titolo italiano dei sper leggeri contro il pugile emiliano Aldredo di Feto e riconferma il titolo contro lo sfidante udinese Emanuele de Prophetis.

Nel 2008 vince il titolo intercontinentale WBA dei super leggeri contro Andrey Sark e difende con successo il titolo intercontinentale WBA dei super leggeri contro Sidney Siqueira, sconfiggendolo per KO alla 5ª ripresa.

Nel 2009 difende con successo il titolo intercontinentale WBA dei super leggeri contro Peter Semo, sconfiggendolo per KOT alla 10ª ripresa e successivamente contro Cristophe De Busillet.

Nel 2010 difende vittoriosamente il titolo intercontinentale WBA dei super leggeri contro Eduardo Daniel Roman, sconfiggendolo per KOT dopo 100 secondi.

Il 15 febbraio 2013 vince il titolo dell'Unione Europea,vincendo contro Krzysztof Szot. Titolo confermato il 28 luglio contro Massimiliano Bellisai.

Il 25 aprile 2014 viene sconfitto dall' Ungherese Gyorgy Mizsei jr,perdendo il titolo.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fuori dalle corde, Fulvio Bernasconi, Ventura film, Film in concorso al Festival di Locarno 2007.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Boxe azzurra, un gancio alla crisi? I pugili italiani a Sydney con tante speranze. Il ct Oliva: "Io ci credo", Quotidiano.net, 31 agosto 2000. URL consultato il 19 aprile 2012.
  2. ^ Credits, amichevole partecipazione al film, fuoridallecorde.ch.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mauro Valeri, Black Italians: Atleti neri in maglia azzurra, Roma, Palombi Editori, 2006, ISBN 88-6060-039-1.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]