Brivido di sangue

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brivido di sangue
Brividodisangue-1998-JudeLaw.png
Jude Law in una scena del film
Titolo originale The Wisdom of Crocodiles
Paese di produzione Regno Unito
Anno 1998
Durata 98 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller, romantico
Regia Po-Chih Leong
Sceneggiatura Paul Hoffman
Produttore David Lascelles e Carolyn Choa
Produttore esecutivo Scott Meek, Dorothy Berwin, Nigel Stafford-Clark
Casa di produzione Goldwyn Films International, Film Foundry Partners, Entertainment Film Distributors, Zenith Productions
Fotografia Oliver Curtis
Montaggio Robin Sales
Musiche John Lunn e Orlando Gough
Scenografia Andy Harris
Costumi Anna B. Sheppard
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Brivido di sangue (The Wisdom of Crocodiles, in italiano La saggezza dei coccodrilli) è un film del 1998 diretto da Po-Chih Leong, interpretato da Jude Law nel ruolo di un vampiro nella Londra contemporanea.

È tratto dall'omonimo romanzo d'esordio di Paul Hoffman.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Stephen Grlscz (Jude Law) è un vampiro; la sua condizione è celata per gran parte del film. L'azione si apre con la morte di Sarah Dancan, fidanzata del protagonista, ritrovata su un albero dopo un incidente stradale. Stephen si mostra turbato. In seguito, presso una stazione della metropolitana, il ragazzo impedisce il suicidio di una donna, Maria (Kerry Fox). Tra i due nasce subito un buon rapporto; iniziano a frequentarsi, ma mentre fanno l'amore lui le morde il collo, succhiandole tutto il sangue e uccidendola. Stephen fa sparire il cadavere e si mette di nuovo in caccia di un'altra donna. In un museo, Stephen cattura l'attenzione di Anne (Elina Löwensohn), giovane ingegnere incuriosita da un ritratto del ragazzo. Subito dopo viene rinvenuto il cadavere di Maria e Stephen spiega alla polizia di aver avuto una storia con la ragazza. Intanto la relazione con Anne diventa più profonda. Stephen tenta di fare di lei l'ennesima vittima, ma fallirà nel suo intento. Diversamente da Maria, infatti, Sarah riuscirà a divincolarsi dal mostro prima di essere morsa e dopo una lunga lotta gli infliggerà alcuni colpi mortali lasciandolo morire esangue sul tetto del suo palazzo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]