Blackadder

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blackadder
Black1main.png
Titolo originale Blackadder
Paese Regno Unito
Anno 1983-1989
Formato serie TV
Genere commedia
Stagioni 4
Episodi 24
Durata 30 min
Lingua originale Inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 1.33 : 1
Colore colore
Audio mono
Crediti
Ideatore Richard Curtis, Rowan Atkinson
Interpreti e personaggi
Musiche Howard Goodall
Produttore John Lloyd
Prima visione
Prima TV Regno Unito
Dal 15 giugno 1983
Al 2 novembre 1989
Rete televisiva BBC

Blackadder è una serie televisiva comica britannica trasmessa dal 1983 al 1989.

Descrizione della serie[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista è Rowan Atkinson, che interpreta Edmund Blackadder, un antieroe cinico e mordace, nichilista e privo di morale, avente come solo fine il raggiungimento dei propri scopi e la propria sopravvivenza. Questo personaggio viene riproposto nelle diverse serie in un'epoca storica differente, costantemente sommerso dai guai e perseguitato dalla sfortuna, nonché affiancato sempre dal suo stolto, sordido e miserabile servitore Baldrick, interpretato da Tony Robinson.

La prima serie fu scritta da Richard Curtis e Rowan Atkinson, e venne trasmessa nel 1983 in Gran Bretagna sul canale BBC One. Tutte le serie sono state trasmesse sottotitolate in Italia sui canali satellitari BBC Prime, Paramount Comedy e Jimmy

Stagioni[modifica | modifica wikitesto]

Serie I: The Black Adder (1983)[modifica | modifica wikitesto]

Ambientata alla fine del medioevo, in un periodo di grande instabilità, nell'Inghilterra percorsa dai conflitti intestini, come la Guerra delle due rose. Il protagonista è Principe Edmund Plantageneto Blackadder duca di Edimburgo detto the Black Adder, un nobile ingenuo ed inetto, che cerca di sopravvivere tra intrighi e conflitti di potere. Il suo fedele aiutante è Baldrick, figlio di Robin the Dung Gatherer, un servo astuto che gli risolve i problemi. Vi è anche un altro compagno al fianco di Blackadder: Lord Percy Percy. Gli episodi sono:

  • The Fortelling
  • Born to be king
  • The Archbishop
  • The Queen of Spain's Beard
  • Witchsmeller Pursuivant
  • The Black Seal

Serie II: Blackadder II (1986)[modifica | modifica wikitesto]

Ambientata all'epoca del regno di Elisabetta I. Il protagonista è Lord Edmund Blackadder, un nobile squattrinato, cinico e astuto che cerca di ingraziarsi la potente e lunatica sovrana, rischiando spesso di venire decapitato. Il suo servitore è Baldrick, un misero e stupido omuncolo che cerca di toglierlo dai guai con sghembi piani, stupidi ed inattuabili. Gli episodi sono:

  • Bells
  • Head
  • Potato
  • Money
  • Beer
  • Chains

Serie III: Blackadder the Third (1987)[modifica | modifica wikitesto]

Ambientata tra XVIII e XIX secolo, tra la rivoluzione francese e le guerre napoleoniche. Il protagonista è Edmund Blackadder, l'astuto maggiordomo del volgare e stupido principe del Galles George (interpretato da Hugh Laurie). Costoro sono affiancati dal servo e cuoco Sodoff Baldrick, sempre più brutto, sporco, stupido e dai piani sghembi. Gli episodi sono:

  • Dish and Dishonesty
  • Ink and Incapability
  • Nob and Nobility
  • Sense and Senility
  • Amy and Amiability
  • Duel and Duality

Serie IV: Blackadder Goes Forth (1989)[modifica | modifica wikitesto]

Ambientata durante la prima guerra mondiale, tra grandi avanguardie tecnologiche, ufficiali imboscati nelle retrovie, soldati mandati al massacro e fermenti rivoluzionari nell'aria. Il protagonista è il Capitano Blackadder, un ufficiale dell'esercito britannico che cerca sempre di non farsi ammazzare e di disertare gli assalti. Il suo tirapiedi è il soldato semplice Sodoff Baldrick. Gli episodi sono:

  • Captain Cook
  • Corporal Punishment
  • Major Star
  • Private Plane
  • General Hospital
  • Goodbyeee...

Episodi Speciali[modifica | modifica wikitesto]

Blackadder: The Cavalier Years (1988, Comic Relief)[modifica | modifica wikitesto]

Nell'inghilterra è in corso una guerra civile, Blackadder ospita la persona più ricercata della nazione: King Charles I.

Blackadder's Christmas Carol (1988, Speciale di Natale)[modifica | modifica wikitesto]

È la parodia del libro di Charles Dickens "Canto di Natale". Il Natale si sta avvicinando e Ebenezer Blackadder ha il sorprendente incontro con Lo Spirito del Natale Presente.

Blackadder: Back & Forth (1999, Speciale Millennium)[modifica | modifica wikitesto]

Il nuovo millennio sta per cominciare, Blackadder prende una macchina del tempo falsa, ma grazie a Baldrick, stranamente funziona.

La sigla[modifica | modifica wikitesto]

È stata composta da Howard Goodall e presenta la stessa melodia, ma arrangiata con strumenti differenti attraverso le serie a seconda dell'epoca storica di riferimento. Eseguita con trombe in The Black Adder; con flauto, archi e chitarra elettrica in Blackadder II; con violoncello, oboe e clavicembalo in Blackadder the Third; da una fanfara militare (con la melodia del motivo The British Grenadiers come introduzione) in Blackadder Goes Forth.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Blackadder (cognome del protagonista Edmund Blackadder) è il nome dell'unico serpente velenoso dell'Inghilterra, e viene tradotto in molte lingue con il significato di Serpe Nera o Vipera Nera. Il termine adder (derivante dall'inglese antico nædre) indica spesso, nelle scritture inglesi antiche, ogni tipo di serpente.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione