Beta Ophiuchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beta Ophiuchi
Immagine di OphiuchusImmagine di Ophiuchus
Classificazione Gigante arancione
Classe spettrale K2III
Distanza dal Sole 82 anni luce
Costellazione Ofiuco
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 17h 43m 28,353s
Declinazione +04° 34′ 02,30″
Dati fisici
Raggio medio 12,5[1] R
Massa
1,41[2] M
Temperatura
superficiale
4551 K[4] (media)
Luminosità
Metallicità 110 % rispetto al Sole[4]
Dati osservativi
Magnitudine app. 2,75
Magnitudine ass. 0,75[4]
Parallasse 39,85 mas
Moto proprio AR: -41,45 mas/anno
Dec: 159,34 mas/anno
Velocità radiale -12,28 km/s
Nomenclature alternative
Cebalrai, Cheleb, Kelb Alrai, 60 Oph, 60 Ophiuchi, HR 6603, BD +04°3489, HD 161096, SAO 122671, FK5 665, HIP 86742.

Beta Ophiuchi (β Oph / β Ophiuchi) è una stella della costellazione di Ofiuco di magnitudine apparente +2,75, distante 82 anni luce dal sistema solare[3]. Porta anche i nomi tradizionali Cebalrai ( dall'Arabo كلب الراعي kalb al-rā‘ī, "cane pastore"),[5] Cheleb, o Kelb Alrai, o a volte semplicemente Alrai.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica sorgente]

Beta Ophiuchi è una gigante arancione di tipo spettrale K, e come alcune altre giganti di tipo K, la luminosità di β Ophiuchi è leggermente variabile (di 0,02 magnitudini).[6],[7]

La massa della stella è stimata essere da 1,4 a 2 volte quella del Sole, mentre il suo raggio è oltre 12 volte superiore[1]. La metallicità è comparabile a quella solare, mentre sono stati riscontrati 3 periodi per la sua variabilità, rispettivamente di 0,26, 13,1 e 142 giorni. Il periodo più lungo si deve a delle macchie sulla sua superficie che appaiono oppure no all'osservazione, e che sembrano concordare con la velocità di rotazione su se stessa, di circa 2 km/s. Il periodo di 13 giorni è dovuto invece a delle piccole pulsazioni, la cui origine non è completamente conosciuta[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Cebalrai (Stars, Jim Kaler)
  2. ^ Parameters and abundances of nearby giants (Luck+, 2007)
  3. ^ a b Extended Hipparcos Compilation (XHIP) (Anderson+, 2012)
  4. ^ a b c Thick disc vertical properties (Katz+, 2011)
  5. ^ Richard Hinckley Allen, Star-names and their meanings, G. E. Stechert, 1899, p. 301.
  6. ^ K Giants in 47 Tucanae: Detection of a New Class of Variable Stars, Peter D. Edmonds and Roland L. Gilliland, Astrophysical Journal Letters 464 (June 1996), pp. L157–L160
  7. ^ The Radial Velocity Variability of the K Giant beta Ophiuchi. II. Long-Period Variations, Artie P. Hatzes and William D. Cochran, Astrophysical Journal 468 (September 1996), pp. 391–397

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni