Berycidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Berycidae
Beryx decadactylus 4.jpg
Beryx decadactylus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Beryciformes
Famiglia Berycidae

I Berycidae sono una famiglia di pesci ossei appartenenti all'ordine Beryciformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questi pesci sono diffusi in tutti i mari temperati e tropicali. Nel mar Mediterraneo sono presenti due specie:

La maggior parte delle specie vive nel basso piano circalitorale o nel piano batiale.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Sono pesci schiacciati lateralmente e con il corpo piuttosto alto. L'occhio è grande, la bocca obliqua. La pinna dorsale ha alcuni raggi spinosi brevi e deboli, con lunghezza crescente all'indietro. Le pinne ventrali hanno un raggio spinoso. La pinna caudale è biloba.

Di solito il colore è rosso, vivo in Beryx e con toni arancio in Centroberyx.

Sono pesci di taglia media, il più grande è B. decadactylus che raggiunge, seppur di rado, 1 m di lunghezza.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Sono predatori, si cibano di pesciolini, crostacei e molluschi. Alcune specie intraprendono delle migrazioni.

Pesca[modifica | modifica sorgente]

Diverse specie hanno un certo interesse per la pesca commerciale oceanica.

Specie[modifica | modifica sorgente]

A questa famiglia appartengono due generi: Beryx e Centroberyx.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Beryx splendens
pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci