Beryx decadactylus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Beryx decadactylus
Beryx decadactylus 4.jpg

Beryx decadactylus (Alfonsino).gif

Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Beryciformes
Famiglia Berycidae
Genere Beryx
Specie B. decadactylus
Nomenclatura binomiale
Beryx decadactylus
Cuvier, 1829

Il Beyx decadactylus, noto in italiano come berice rosso o con il nome spagnolo (usato anche in inglese) di alfonsino, è un pesce osseo marino della famiglia Berycidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è cosmopolita ed è presente anche nel mar Mediterraneo, molto rara. Nei mari italiani sono segnalate solo poche catture.

F a vita mesopelagica a rilevanti profondità, almeno fino a 1000 metri. Gli adulti si incontrano più vicino al fondo dei giovanili, fino ad essere quasi demersali.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ha corpo di forma grossolanamente rombica, alto al centro e compresso lateralmente. L’occhio è molto grande. La pinna dorsale è di media lunghezza ed è più alta nella parte anteriore; la pinna anale è simile ma più lunga. Queste due pinne hanno alcuni deboli raggi spiniformi. La pinna caudale è biloba e ampia. La bocca è abbastanza grande e protrattile.

Il colore è rosso.

Può raggiungere i 60 cm di lunghezza.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Fino a circa 25 cm di lunghezza fa vita pelagica a profondità non elevate, con l’aumentare della taglia si spinge sempre più a fondo.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si ciba di piccoli pesci, crostacei e molluschi cefalopodi.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

I giovanili hanno la testa dotata di spine.

Beryx splendens
Beryx splendens
Beryx splendens nel suo ambiente naturale

Predatori[modifica | modifica wikitesto]

Un esemplare lungo 35 cm è stato trovato nel contenuto dello stomaco di un individuo di Latimeria chalumnae.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Viene catturato con palamiti e reti a strascico e in alcune aree oceaniche extraeuropee ha una buona importanza per la pesca commerciale.

Le carni sono ottime.

Specie affini[modifica | modifica wikitesto]

Il berice splendente, talvolta noto anch'esso come berice rosso (Beryx splendens, Lowe, 1834) è una specie affine e molto simile caratterizzata da corpo più basso ed occhi e bocca in proporzione più grandi. Inoltre la pinna caudale ha i lobi più appuntiti ed allungati.

È rarissimo nel mar Mediterraneo[1] ma si trova in quasi tutti gli altri mari ed oceani nelle fasce tropicali e temperate. La sua presenza nell'Oceano Pacifico occidentale sembra rara ma questo è dovuto ad un sottocampionamento al limitato sforzo di pesca ad alte profondità che si tiene in quel mare.

Le sue abitudini sono simili ma si incontra ancora più in profondità, fino a 1300 metri almeno sebbene sia comune tra i 400 ed i 600 metri. Di notte si porta più in superficie. Anch'esso ha una certa importanza per la pesca oceanica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Beryx splendens

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975
  • Costa F. Atlante dei pesci dei mari italiani, Mursia, 1991 ISBN 8842510033

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci