Bernard James

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Basta fare molta attenzione, concentrarsi e imparare a fare il proprio lavoro, e tutto andrà per il verso giusto. Nell'esercito come nel basket. »
(Bernard James)
Bernard James
Bernard James Dallas Mavericks 2013 (cropped).jpg
James al tiro con la maglia dei Dallas Mavericks
Dati biografici
Nome Bernard Ronald James
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 208 cm
Peso 109 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Ala grande / centro
Squadra Dallas Mavericks Dallas Mavericks
Carriera
Giovanili
 ?-2001
2008-2010
2010-2012
Windsor Forest High School
Tallahassee Community College
Fl. State Seminoles Fl. State Seminoles
Squadre di club
2012- Dallas Mavericks Dallas Mavericks 76 (159)
2014 Texas Legends Texas Legends 1 (38)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 aprile 2014

Bernard Ronald James (Savannah, 7 febbraio 1985) è un cestista statunitense professionista con i Dallas Mavericks.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Quando aveva 16 anni ha lasciato il liceo a Savannah, Georgia, e si è arruolato nell'aeronautica militare (proviene da una famiglia di militari; in particolare il patrigno ha partecipato all'operazione Desert Storm). [1] Prima di acquisire la notorietà all'università di Florida State (soprattutto per le sue doti difensive), è stato sergente maggiore nell'aeronautica militare statunitense, prestando servizio (dal 2003 al 2008) in Iraq, Qatar ed Afghanistan. Dopo aver terminato il servizio militare, è tornato negli Stati Uniti e si è iscritto al Tallahassee Community College, prima di disputare due stagioni con Florida State[2]. Al Draft NBA del 28 giugno 2012 è stato scelto col numero 33 dai Cleveland Cavaliers; in seguito è stato ceduto ai Dallas Mavericks, con cui nella stagione 2012-2013 ha giocato 46 partite nella NBA.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.nytimes.com/2012/03/09/sports/ncaabasketball/for-florida-state-center-military-was-a-steadying-influence.html?pagewanted=all&_r=0
  2. ^ La sua storia su Gazzetta.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]