Battaglia di Blood River

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Blood River
parte del Grande Trek
Data 16 dicembre 1838
Luogo Blood River, Sudafrica
Esito vittoria dei voortrekker
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
464 combattenti
200 servitori di colore
10.000 - 20.000 uomini
Perdite
3 feriti 3.000 morti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La Battaglia di Blood River, nota anche come Battaglia di Red River, è stata una battaglia combattuta tra alcuni coloni Voortrekker boeri e un contingente di truppe Zulu, che volevano impedire l'insediamento dei boeri nei loro territori.

Il 16 dicembre 1838 una forza boera di 470 uomini al comando di Andries Pretorius, capo dei voortrekkers, si mise a confronto con una forza di 12.000 guerrieri Zulu in una serie di postazioni fisse.[1] Si presume che tra i Boeri ci furono 3 feriti e nessun morto, mentre il sangue di 3.000 guerrieri Zulu morti tinse di rosso le acque del fiume vicino al campo di battaglia così che questa battaglia venne ricordata con il nome di battaglia del fiume rosso (Battle of the Red River). I fucili dei boeri furono di grande aiuto contro l'armamento tradizionale dei guerrieri Zulu che consisteva in corte lance da taglio, bastoni da combattimento e scudi costruiti con la pelle del bestiame che loro allevavano. I boeri dissero che avevano vinto perché avevano fatto un giuramento al Signore e che, se avessero vinto i loro successori avrebbero commemorato il giorno della vittoria come lo stesso equivalente a un giorno di Sabbath. Così il 16 dicembre fu celebrato dai boeri come un giorno di festa pubblica, dapprima chiamato il "Dingane Day", o "La Giornata di Dingane", più tardi cambiato con il nome di Giornata del Giuramento, (Day of the Vow). È ancora oggi una giornata di festa nazionale, mantenuta dal governo ANC post-apartheid per favorire la riconciliazione tra tutti gli abitanti del Sudafrica, e per questo rinominata Giorno della Riconciliazione, (Day of Reconciliation). Tra la popolazione di origine boera viene usato ancora il nome precedente di Giornata del Giuramento.[1]

Dopo la sconfitta dell'esercito Zulu ed il recupero del trattato tra Dingane e Retief, i Voortrekkers proclamarano la nascita della nuova Repubblica di Natalia[2] Quest'ultimo stato Boero fu annesso dalle forze britanniche nel 1843.[3] Per via del ritorno del regno britannico anche nella nuova costituita Repubblica di Natalia, l'obiettivo del Grande Trek si spostò dalle terre occupate del Natal, alle terre dell'Alto Veld del Transvaal e dello Stato Libero dell'Orange, oltre le montagne del Drakensberg le quali non erano state ancora occupate per via della devastazione di Mfecane, e a est e a ovest di queste montagne.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Battle of Blood River, Encyclopædia Britannica. URL consultato il 21 maggio 2010.
  2. ^ T.V Bulpin, 11 - The Republic of Natal in Natal and the Zuku Country, T.V.Bulpin Publications.
  3. ^ T.V Bulpin, 12 - Twilight of the Republic in Natal and the Zuku Country, T.V.Bulpin Publications.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]