Banu Bakr ibn Wa'il

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Banū Bakr ibn Wāʾil (arabo: بنو بكر بن وائل‎) furono una tribù araba germinata dalla più ampia tribù dei Banu Rabi'a, del gruppo cosiddetto adnanita che includeva anche gli ʿAnaza, i Taghlib e i Banu Hanifa. La tribù si diceva avesse condotto una guerra quarantennale, prima dell'apparire dell'Islam, con i suoi "cugini" Taghlib, nota come Guerra di Basus. l poeta preislamico Tarafa era un suo componente, come pure al-Muthannā b. Ḥāritha al-Shaybānī, che agì da co-protagonista nella conquista islamica della Persia mesopotamica.

Gli originali territori dei Bakr erano in Najd, nell'Arabia centrale, ma la maggior parte dei sottogruppi tribali emigrarono a nord immediatamente prima del sorgere dell'Islam e s'insediarono nell'area della Jazira, sul corso superiore del fiume Eufrate. La regione del Diyar Bakr, e in seguito la città di Diyarbakir, nella Turchia meridionale, hannop preso da loro il proprio nome.

Buona parte dei beduini dei Bakr in al-Yamama raggiunsero il resto della tribù in Mesopotamia dopo la comparsa dell'Islam, mantenendo buone relazioni con la tribù "parente" degli ʿAnaza. Tuttavia alcuni abitanti della Yamama seguitarono a tracciare la loro discendenza dai Bakr attraverso i Banū Ḥanīfa fino all'età moderna, particolarmente a Riyad.

La tribù si distingue da quella dei Banu Bakr ibn 'Abd Manat dell'Hijaz e che ebbe importanti interazioni con Maometto.

Albero genealogico delle tribù / relazioni secondo la tradizione classica[modifica | modifica sorgente]

Quanto segue costituisce una parte dell'insieme dei rapporti e delle sotto-tribù dei Bakr ibn Wa'il in periodo preislamico e nel primo periodo islamico:

Approssimativa localizzazione di alcune delle più importanti tribù e degli Imperi e dei reami esistenti alla comparsa dell'Islam.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]