Bahr al-Ghazal (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Bahr el-Ghazal
Stato Sudan del Sud Sudan del Sud
Stati Bahr al Ghazal
Lunghezza 716 km
Portata media 2 m³/s
Bacino idrografico 520000 km²
Altitudine sorgente 428 m s.l.m.
Nasce paludi del Sudd ?
Sfocia Nilo Bianco

Il Bahr al-Ghazāl (anche Bahr el-Ghazāl; in in arabo: بحر الغزال) è un fiume che scorre nel Sudan del Sud.

In italiano e nelle lingue occidentali è chiamato anche il fiume delle gazzelle, che è una traduzione del suo nome arabo. La regione sudsudanese del Bahr al-Ghazal prende il nome dal fiume.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Il Bahr al-Ghazāl è il principale affluente sinistro del Nilo. È lungo 716 km, e scorre attraverso le zone paludose del Sudd verso il Lago No, dove si getta nel Nilo Bianco.

Idrologia[modifica | modifica sorgente]

Il bacino idrografico del Bahr al-Ghazāl è il più grande fra tutti i sottobacini del Nilo, con un'estensione di 520.000 km², ma contribuisce con una portata relativamente ridotta, circa 2 m³/s (media annuale), a causa dei volumi d'acqua persi nelle paludi del Sudd. Stagionalmente, la portata può variare da 0 a 48 m³/s.

Secondo alcune fonti, il fiume si formerebbe alla confluenza del Jur con il Bahr al-Arab. Tuttavia, fonti più recenti sostengono che il fiume nasca nelle paludi del Sudd senza sorgente, che il Jur vi si unisca nel lago Ambadi, e il

In rosso le paludi del Sudd - il Bahr el-Ghazal è il principale affluente di sinistra

Bahr al-ʿArab più a valle. Il bacino del fiume sarebbe quindi, inclusi gli affluenti, di 851459 km², spaziando dal confine con la Repubblica Centrafricana alla regione del Darfur.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il fiume fu descritto per la prima volta nel 1772 dal geografo francese Jean-Baptiste Bourguignon d'Anville, sebbene fosse vagamente conosciuto già dagli antichi geografi greci.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]