Sudd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 8°00′N 31°00′E / 8°N 31°E8; 31

La palude del Sudd dallo spazio, maggio 1993. Questa foto è stata scattata durante il periodo più arido dell'anno. Le piogge estive in genere avvengono tra luglio e settembre.

Il Sudd (dall'arabo سد, sad, "barriera"[1]), conosciuto anche come Bahr al-Jabal, As Sudd o Al Sudd, è una vasta regione paludosa formata dal Nilo nel nord del Sudan del Sud.

La sua dimensione varia secondo la portata del fiume, ma durante la stagione delle piogge si può estendere fino a 130.000 km².

Nel Sudd, il fiume scorre tra innumerevoli canali intrecciati tra loro, il cui percorso cambia di anno in anno. I papiri formano una fitta vegetazione nell'acqua bassa, che è frequentata da coccodrilli e ippopotami.

Ci sono tre principali canali navigabili nella palude: il Bahr al-Ghazal o Fiume delle Gazzelle, affluente del Nilo, il Bahr az-Zaraf o Fiume delle Giraffe, diramazione del Bahr al-Jabal, ossia il Nilo della Montagna, ed il Nilo della Montagna vero e proprio, cioè la parte del Nilo a nord dei grandi laghi.

I primi esploratori che cercarono la sorgente del Nilo, ebbero considerevoli difficoltà a districarsi nella palude del Sudd, a volte impiegando mesi per riuscire a superarla.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gaudet, J.J., and A. Falconer, 1983. Remote sensing for tropical freshwater bodies. The problem of floating islands on Lake Naivasha. Regional Remote Sensing Facility, Nairobi, Kenya. 4p.
In rosso l'area del Sudd tra Nilo della Montagna e il suo affluente Bahr al-Ghazal

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]