Bacillo di Calmette-Guérin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bacillo di Calmette e Guérin al microscopio ottico. Colorazione di Ziehl-Neelsen. Ingrandimento: 1000×

Il bacillo di Calmette e Guérin (sigla BCG) è un microrganismo attenuato, utilizzato come vaccino contro la tubercolosi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Bacillo di Calmette e Guérin deriva da un ceppo di Mycobacterium vaccae isolato dal batteriologo Albert Calmette e dal veterinario Camille Guérin, ricercatori francesi all'Istituto Pasteur di Lille; la virulenza fu attenuata mediante 230 passaggi in un terreno costituito da bile, glicerina e patata, per un periodo di tredici anni, dal 1908 al 1921. I continui passaggi, che si rendevano necessari per l'impossibilità di conservare i bacilli congelati, portarono alla comparsa di discendenti vivi avirulenti del Mycobatterio noti con il nome Bacillus Calmette-Guérin. La vaccinazione con bacilli vivi attenuati è un sostituto dell'infezione primaria senza esporsi al pericolo del Mycobacterium tubercolosis, agente eziologico della malattia tubercolare. Scopo della vaccinazione era indurre un certo grado di resistenza nei soggetti più esposti all'infezione tubercolare[1].

Il vaccino BCG fu utilizzato per la prima volta nell'uomo nel 1921[2]. Fu adottato dalla Lega delle Nazioni nel 1929, ma a causa di una certa opposizione fu utilizzato massicciamente solo dopo la seconda guerra mondiale nel corso delle massicce vaccinazioni effettuate in Europa dal 1945 al 1948 nell'ambito della International Tuberculosis Campaign or Joint Enterprises[3].

Efficacia[modifica | modifica wikitesto]

Studi epidemiologici e statistici hanno messo in evidenza che in seguito a vaccinazione con BCG si ha una maggiore resistenza all'infezione tubercolare, ma variabile da popolazione a popolazione in diverse aree geografiche[4][5]; la protezione, inoltre perdura per un periodo di tempo limitato[6]. In genere non si ha più protezione dopo 20 anni dalla vaccinazione, sebbene fosse ancora presente dopo 60 anni nei nativi americani vaccinati negli anni trenta[7]. I motivi di questa variabilità non sono noti.

Altri usi[modifica | modifica wikitesto]

Il Bacillo di Calmette e Guérin è stato utilizzato per scopi differenti dalla vaccinazione antitubercolare.

  • Vaccinazione contro la lebbra: protezione del 26%[8]
  • Vaccinazione contro l'ulcera di Buruli, patologia causata da Mycobacterium ulcerans[9]
  • Terapia antitumorale, soprattutto nella terapia del carcinoma della vescica[10]
  • Terapia sintomatica della sclerosi multipla[11]
  • Terapia sintomatica della sclerosi multipla Neurology 2014;82:1-8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rosenthal SR., BCG vaccination against tuberculosis, Boston, Litte, Brown & Co., 1957.
  2. ^ Fine PEM, Carneiro IAM, Milstein JB, Clements CJ., Issues relating to the use of BCG in immunization programs, Geneva, WHO, 1999.
  3. ^ Comstock GW. «The International Tuberculosis Campaign: a pioneering venture in mass vaccination and research». Clin Infect Dis. 1994 Sep;19(3):528-40. PMID 7811874 (PDF)
  4. ^ Colditz GA, Brewer TF, Berkey CS, Efficacy of BCG Vaccine in the Prevention of Tuberculosis in J Am Med Assoc, vol. 271, nº 9, 1994, pp. 698–702, DOI:10.1001/jama.271.9.698, PMID 8309034.
  5. ^ Fine PEM, Variation in protection by BCG: implications of and for heterologous immunity in Lancet, vol. 346, nº 8986, 1995, pp. 1339–1345, DOI:10.1016/S0140-6736(95)92348-9.
  6. ^ Comstock GW, Palmer CE., Long-term results of BCG in the southern United States in Am Rev Resp Dis, vol. 93, nº 2, 1966, pp. 171–83.
  7. ^ Aronson NE, Santosham M, Comstock GW, Long-term efficacy of BCG vaccine in American Indians and Alaska Natives: A 60-year follow-up study in JAMA, vol. 291, nº 17, 2004, pp. 2086–91, DOI:10.1001/jama.291.17.2086, PMID 15126436.
  8. ^ Setia MS, Steinmaus C, Ho CS, Rutherford GW., The role of BCG in prevention of leprosy: a meta-analysis in Lancet Infect Dis, vol. 6, nº 3, 2006, pp. 162–70, DOI:10.1016/S1473-3099(06)70412-1, PMID 16500597.
  9. ^ Tanghe, A., J. Content, J. P. Van Vooren, F. Portaels, and K. Huygen, Protective efficacy of a DNA vaccine encoding antigen 85A from Mycobacterium bovis BCG against Buruli ulcer in Infect Immun, vol. 69, 2001, pp. 5403–11, DOI:10.1128/IAI.69.9.5403-5411.2001.
  10. ^ {{A randomized trial of intravesical doxorubicin and immunotherapy with bacille Calmette-Guérin for transitional-cell carcinoma of the bladder. }}
  11. ^ G Ristori, Buzzi MG, Sabatini U, Giugni E, et al., Use of Bacille Calmette-Guèrin (BCG) in multiple sclerosis in Neurology, vol. 53, nº 7, ottobre 1999, pp. 1588–1589, PMID 10534275.
microbiologia Portale Microbiologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di microbiologia