Atletica leggera ai Giochi della X Olimpiade - 400 metri ostacoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
400 metri ostacoli
Los Angeles 1932
Informazioni generali
Luogo «Memorial Coliseum» di Los Angeles
Periodo 31 luglio-1º agosto 1932
Partecipanti 18 da 13 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Bob Tisdall Irlanda Irlanda
Medaglia d'argento Glenn Hardin Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzo Morgan Taylor Stati Uniti Stati Uniti
Edizione precedente e successiva
Amsterdam 1928 Berlino 1936
Atletica leggera ai
Giochi di Los Angeles 1932
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini
400 metri uomini
800 metri uomini
1500 metri uomini
5000 metri uomini
10000 metri uomini
3460 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/80 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini
Prove su strada
Maratona uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prova multipla
Decathlon uomini

La competizione dei 400 metri ostacoli di Atletica leggera ai Giochi della X Olimpiade si tenne i giorni 31 luglio e 1º agosto 1932 al Memorial Coliseum di Los Angeles.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica sorgente]

Primatista mondiale 52”0 1928 Stati Uniti Morgan Taylor Presente
Primatisti europei 52"4 1928
52"4 1929
Svezia Sten Pettersson
Italia Luigi Facelli
Presente
Presente
Primatista mondiale stagionale 52"1 Stati Uniti George Saling Assente
Vincitore delle selezioni USA 53”5 Glenn Hardin[1] Presente

Risultati[modifica | modifica sorgente]

4 Batterie 31 luglio 18 partenti Si qualificano i primi 3.
2 Semifinali 31 luglio 6 + 6 Si qualificano i primi 3.
Finale 1º agosto 6 concorrenti

Batterie[modifica | modifica sorgente]

1ª batteria
Pos. Concorrente Nazione Tempo Ufficiale Tempo Elettrico
1 Morgan Taylor Stati Uniti Stati Uniti d'America 55"8 55"65
2 Sten Pettersson Svezia Svezia 56"1
3 Khristos Mantikas Grecia Grecia 56"4
4 Seiken Cho Giappone Giappone 56"5
5 Alfonso González Messico Messico 56"7
2ª batteria
Pos. Concorrente Nazione Tempo Ufficiale Tempo Elettrico
1 Bob Tisdall Irlanda Irlanda 54"8 54"63
2 Fritz Nottbrock Germania Germania 55"0
3 Glenn Hardin Stati Uniti Stati Uniti d'America 55"0
4 Sylvio Padilha Brasile Brasile 55"1
DQ Tom Coulter Canada Canada
3ª batteria
Pos. Concorrente Nazione Tempo Ufficiale Tempo Elettrico
1 Joe Healey Stati Uniti Stati Uniti d'America 54"2 54"06
2 André Adelheim Francia Francia 54"3
3 Kell Areskoug Svezia Svezia 54"6
4 Evangelos Moiropoulos Grecia Grecia 55"2
4ª batteria
Pos. Concorrente Nazione Tempo Ufficiale Tempo Elettrico
1 Luigi Facelli Italia Italia 55"0 55"07
2 David Burghley Gran Bretagna Gran Bretagna 55"1
3 George Golding Australia Australia 55"2
4 Carlos dos Reis Filho Brasile Brasile 55"8

Semifinali[modifica | modifica sorgente]

In semifinale si fa notare l'irlandese Tisdall, specialista di 400 metri piani, 120 yarde ad ostacoli e lungo, che ha un personale di 54”2 ed è solo alla sua seconda gara sulla distanza.

1ª semifinale
Pos. Concorrente Nazione Tempo Ufficiale Tempo Elettrico
1 Glenn Hardin Stati Uniti Stati Uniti d'America 52"8 Record olimpico 52"79
2 Morgan Taylor Stati Uniti Stati Uniti d'America 52"9
3 David Burghley Gran Bretagna Gran Bretagna 53"0
4 George Golding Australia Australia 53"1
5 Sten Pettersson Svezia Svezia 53"5
6 Fritz Nottbrock Germania Germania 53"7
2ª semifinale
Pos. Concorrente Nazione Tempo Ufficiale Tempo Elettrico
1 Bob Tisdall Irlanda Irlanda 52"8 Record olimpico 52"60
2 Kell Areskoug Svezia Svezia 53"2
3 Luigi Facelli Italia Italia 53"2
4 Joe Healey Stati Uniti Stati Uniti d'America 53"2
5 André Adelheim Francia Francia 53"8
6 Khristos Mantikas Grecia Grecia

Finale[modifica | modifica sorgente]

In finale nessuno gli resiste e vince a tempo di nuovo record mondiale.
Il campione uscente, David Cecil (Lord Burghley), è quarto.

Pos. Corsia Concorrente Età Nazione Tempo Ufficiale Tempo Elettrico
Oro 3 Bob Tisdall 25 Irlanda Irlanda 51"8 51"67
Argento 6 Glenn Hardin 22 Stati Uniti Stati Uniti d'America 51"9 Record mondiale 51"85
Bronzo 4 Morgan Taylor 29 Stati Uniti Stati Uniti d'America 52"0 51"96
4 5 David Burghley 27 Gran Bretagna Gran Bretagna 52"2 52"01
5 2 Luigi Facelli 34 Italia Italia 53"0
6 1 Kell Areskoug 25 Svezia Svezia 54"6

Il record di Tisdall non è omologabile poiché l'atleta ha abbattuto un ostacolo. Il secondo classificato, Hardin, è andato anch'egli sotto il precedente limite. Siccome il suo percorso è stato netto, il primato mondiale e quello olimpico sono assegnati all'americano.
La medaglia di bronzo Morgan Taylor rimarrà a lungo l'unico atleta ad aver vinto tre medaglie olimpiche nei 400 ostacoli (1924-28-32). Solo Edwin Moses lo eguaglierà nel 1988.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Le regole di qualificazione sono stringenti: passano i primi tre. Hardin ottiene il pass olimpico anche se dopo la finale dei Trials è stato squalificato per invasione di corsia.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) X Olympiade Committe, Track and Field Athletics — Men in Official Report of the Olympic Games, Los Angeles, 1933, pp. 377-460. URL consultato il 26 febbraio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]