Atletica leggera ai Giochi della X Olimpiade - Lancio del martello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Lancio del martello
Los Angeles 1932
Informazioni generali
Luogo «Memorial Coliseum» di Los Angeles
Periodo 1º agosto 1932
Partecipanti 14 da 9 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Pat O'Callaghan Irlanda Irlanda
Medaglia d'argento Ville Pörhölä Finlandia Finlandia
Medaglia di bronzo Pete Zaremba Stati Uniti Stati Uniti
Edizione precedente e successiva
Amsterdam 1928 Berlino 1936
Atletica leggera ai
Giochi di Los Angeles 1932
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini
400 metri uomini
800 metri uomini
1500 metri uomini
5000 metri uomini
10000 metri uomini
3460 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/80 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini
Prove su strada
Maratona uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prova multipla
Decathlon uomini

La competizione del lancio del martello maschile di Atletica leggera ai Giochi della X Olimpiade si tenne il 1º agosto 1932 al Memorial Coliseum di Los Angeles.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Patrick O'Callaghan e Ville Pörhölä sono gli unici due atleti al mondo in grado di lanciare oltre i 53 metri. Ci si aspetta un duello tra l'irlandese e il finlandese.

Turno di qualificazione[modifica | modifica wikitesto]

I quattordici lanciatori iscritti sono ammessi direttamente alla finale.

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Pörhölä esordisce bene (51,27). Oltre al finlandese, solo l'americano Zaremba (50,33) varca la fettuccia dei 50 metri. Ma la gara è ancora lunga.
Al secondo turno O'Callaghan sale in testa con 52,21, ma Pörhölä replica subito con 52,27.
Nessuno tra i primi riesce a migliorarsi nei turni successivi. O'Callaghan infila due buoni lanci a 51,81 e 51,85, ma non smuove classifica.
Quando si pensa che le posizioni si siano ormai cristallizzate, all'ultimo turno l'irlandese piazza la botta vincente sfiorando i 54 metri.

Pos. Atleta Età Nazione Misura Lanci
Oro Pat O'Callaghan 26 Irlanda Irlanda 53,92 47,76 52,21 50,87 51,81 51,85 53,92
Argento Ville Pörhölä 34 Finlandia Finlandia 52,27 51,27 52,27 N N 50,86 51,76
Bronzo Pete Zaremba 23 Stati Uniti Stati Uniti d'America 50,33 50,33 47,67 50,16 N N N
4 Ossian Skiöld 43 Svezia Svezia 49,25 49,25 47,95 48,39 47,84 48,08 48,75
5 Grant McDougall 21 Stati Uniti Stati Uniti d'America 49,12 48,36 49,02 N 49,12 N 48,79
6 Federico Kleger 29 Argentina Argentina 48,33 42,57 45,77 48,33 N N 47,79
7 Gunnar Jansson 34 Svezia Svezia 47,79 47,33 N 47,79
8 Armando Poggioli 44 Italia Italia 46,90 44,25 45,47 46,90
9 Fernando Vandelli 25 Italia Italia 45,16 N 43,42 45,16
10 Yuji Nagao 25 Giappone Giappone 43,41 43,41 N N
11 Francisco Dávila Messico Messico 41,61 37,07 41,61 N
12 Masayoshi Ochiai 22 Giappone Giappone 41,00 N 38,70 41,00
13 Carmine Giorgi 21 Brasile Brasile 36,45 35,49 36,45 N
- Frank Connor 23 Stati Uniti Stati Uniti d'America NM N N N

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) X Olympiade Committe, Track and Field Athletics — Men in Official Report of the Olympic Games, Los Angeles, 1933, pp. 377-460. URL consultato il 26 febbraio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]