Atacameño

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Popolo}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Un villaggio Atacameño

Gli Atacameño, chiamati anche Lickan-antay, sono una tribù di Nativi americani stanziati nel Deserto di Atacama, in Cile, Argentina e Bolivia. alcuni villaggi sono situati anche nella Cordigliera delle Ande.

Lingua[modifica | modifica wikitesto]

Gli Atacameño parlavano la lingua Kunza, una lingua parlata in Cile, ma estinta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Intorno al 2000-1000 a.C. gli Atacameño diventarono un popolo sedentario. Durante questo periodo si sviluppò un'economia basata sull'allevamento dei lama e l'agricoltura del mais. Tra il 400 a.C. e il 100 d.C., gli Atacameño si divisero in vari villaggi: Lasana, Chiu-Chiu, Calama, San Pedro de Atacama, Peine, Tilomonte,Toconao. Poi vennero conquistati dagli europei e vennero colpiti da malattie. Avevano costruito vari villaggi in mattoni di terracotta e pietra. Oggi questa tribù sopravvive con un numero esiguo di individui.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Gli Atacameño credevano in vari dei e soprattutto nel vulcano Licanabur. Credevano, inoltre, nella vita oltre la morte; per questo seppellivano i morti con vari oggetti per il lungo viaggio verso l'aldilà.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]