Aree naturali protette della Bulgaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le aree naturali protette della Bulgaria sono costituite per un terzo del territorio dai 3 parchi nazionali, i quali coprono una superficie di 193.049 ha in aree demaniali. Oltre ai parchi nazionali, la Bulgaria tutela 10 parchi naturali, 90 riserve naturali, 457 punti di interesse naturali e 175 località protette. La prima area protetta del paese è stata Silkosia nei monti Strandža istituita nel 1931. All'interno dell'Unione Europee la Bulgaria occupa il secondo posto dopo la Spagna per numero di riserve della biosfera UNESCO.[1][2][3]

L'area dei sette laghi nel Parco nazionale di Rila

Parchi nazionali[modifica | modifica wikitesto]

I parchi nazionali sono gestiti dai "Direttorati", i quali operano sotto l'autorità del Ministero dell'ambiente e delle acque[4]. I parchi nazionali sono tre:

Il fiume Rusenski Lom che attraversa il Parco naturale del Rusenski Lom

Parchi naturali[modifica | modifica wikitesto]

Il lago Srebărna nella Riserva naturale di Srebărna

Riserve naturali[modifica | modifica wikitesto]

Altre aree protette[modifica | modifica wikitesto]

Dieci località bulgare sono comprese nella lista di Ramsar:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: - Federparchi
  2. ^ Fonte: Sito ufficiale del parchi nazionali bulgari
  3. ^ Fonte: The Ramsar Convention on Wetlands, Sito ufficiale della convenzione di Ramsar.
  4. ^ Fonte: sito ufficiale dei parchi nazionali della Bulgaria.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]