Arbusto Energy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Arbusto Energy[1] è stata una compagnia petrolifera ed energetica fondata nel 1979 nel Midland, in Texas, dall'ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush, che riunì un gruppo di investitori che comprendeva Dorothy Bush, Lewis Lehrman, William Henry Draper III, Bill Gammell, e James R. Bath.

È stato poi rivelato che Bath effettuò un investimento di 50.000 dollari come rappresentante di Salem bin Laden, fratellastro di Osama bin Laden, del gruppo saudita Binladin[senza fonte]. Questo fatto è diventato controverso dopo gli attacchi dell'11 settembre 2001. Dopo la morte di Salem bin Laden in un incidente aereo in Texas nel 1988, i suoi interessi sulla Arbusto Energy (insieme ad altre attività del Binladin Group), passarono a Khalid bin Mahfouz.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ o anche Arbusto Oil. "Arbusto" è la traduzione in spagnolo, ma anche italiano e portoghese, della parola anglo-americana "bush", dal nome appunto di George W. Bush
  2. ^ Ian Rutledge. Addicted to Oil: America's Relentless Drive for Energy Security. I. B. Tauris. 2006. Pagg. 81-85

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Beaty, Jonathan & Gwynne, S.C. (1993). The Outlaw Bank: A Wild Ride into the Secret Heart of BCCI. Random House Inc. ISBN 0-679-41384-7.
  • Hatfield, J. H. (2002). Fortunate Son: George W. Bush and the Making of an American President (3rd ed.). Soft Skull Press. ISBN 1-887128-84-0.
  • Ian Rutledge. Addicted to Oil: America's Relentless Drive for Energy Security. I. B. Tauris. 2006. ISBN 1845113195

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]