Anna Davidovna Abamelik-Lazareva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principessa Anna Davidovna Abamelik-Lazareva, di Aleksandr Pavlovič Brjullov, 1835-1838.

Anna Davidovna Abamelik-Lazareva (San Pietroburgo, 15 aprile 1814San Pietroburgo, 25 novembre 1889) è stata una traduttrice russa.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Era figlia del generale Davyd Semyonovič Abamelek, e di sua moglie, Martha Ioakimovna Lazareva. Suo padre era di origine armena. Sposò il governatore di Kazan, Irakli Abramovič Baratynskij, fratello del poeta russo Evgenij Abramovič Baratynskij.

Tradusse, in lingua francese opere di Pushkin, Lermontov, Tjutčev, Nekrasov e in russo opere di Goethe, Heine e Byron.

Il 20 aprile 1832, Nicola I, con un decreto, la nominò damigella d'onore dell'Imperatrice.