Anna Achšarumova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Anna Markovna Achšarumova (rus. Анна Марковна Ахшарумова; Mosca, 9 gennaio 1957) è una scacchista statunitense di origine sovietica.

Vinse il campionato sovietico femminile nel 1976 e 1984.

Nel campionato sovietico femminile del 1983 di Tallinn vinse l'ultima partita per il tempo contro la sua principale rivale Nana Ioseliani, portandosi a 12 punti contro gli 11 della Ioseliani. La Ioseliani presentò un ricorso al comitato arbitrale interfederale lamentando il cattivo funzionamento dell'orologio. Il giorno successivo il ricorso fu accettato e venne disposta la ripetizione della partita. La Akhsharumova però si rifiutò di giocare e il risultato venne ribaltato, lasciando il titolo alla Ioseliani.[1]

Nel 1986 emigrò col marito, il grande maestro Boris Gulko, negli Stati Uniti.

L'anno successivo vinse il campionato statunitense femminile col punteggio pieno di 9 su 9.[2]

Partecipò con la nazionale femminile statunitense a tre olimpiadi degli scacchi dal 1988 al 1996, ottenendo il 60,6 % dei punti[3].

Attualmente vive col marito a Cambridge nel Massachusetts.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Akhsharumova, Anna Markovna
  2. ^ Anna Akhsharumova wins 1987 U.S. Women Championship
  3. ^ Scheda risultati su Olimpbase

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]