Amazona auropalliata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Amazzone nucagialla
Amazona auropalliata -Roatan Tropical Butterfly Garden-8a.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Sottofamiglia Arinae
Genere Amazona
Specie A. auropalliata
Nomenclatura binomiale
Amazona auropalliata
(Lesson, 1842)

L'amazzone nucagialla (Amazona auropalliata Lesson, 1842) è un uccello della famiglia degli Psittacidi.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Molto simile all'amazzone capogiallo, si qualifica per la fronte verde come il resto del corpo e una banda gialla più o meno ampia sulla parte posteriore del collo. È priva di rosso sulle spalle. Ha colorazione blu con segni rossi sulla parte terminale delle remiganti e delle timoniere.

Oltre alla sottospecie nominale, questa specie presenta a sua volta due sottospecie assai simili: l'A. a. parvipes e l'A. a. caribaea.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

L'Amazona auropalliata è presente nella zona sul Pacifico dell'America centrale, dal Messico al Costa Rica, fino all'Honduras.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

L'habitat di questo pappagallo è vario: foreste primarie di tipo amazzonico, foreste a galleria lungo i corsi dei fiumi, foreste costiere ricche di palme e mangrovie, savana erbosa con alberi sparsi e foresta secondaria aperta con alberi sparsi e sottobosco rado. Vive in gruppi anche numerosi che si spostano alla ricerca di pascoli dove nutrirsi; solo nel periodo riproduttivo le coppie si isolano e cercano un albero cavo per sistemarvi il nido. Le femmine depongono 3-4 uova che covano per 29 giorni. I piccoli si involano a circa 9 settimane ma dipendono dai genitori per altre 6-8 settimane.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Psittacidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 19 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli