Althorp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ingresso frontale di Althorp intorno al 1820. L'aspetto della casa da questa angolatura è rimasto quasi invariato.
Althorp nel 2006.

Althorp è una tenuta di campagna di 14,000 acri (60 km²)[1] ed una casa signorile nel Northamptonshire in Inghilterra. Si trova a circa 5 miglia (8.0 km) a nord-ovest della città della contea di Northampton.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Althorp fu costruita da Robert Spencer, II conte di Sunderland nel 1688.[2] La tenuta è stata la dimora ancestrale della famiglia Spencer sin dal XVI secolo. La loro fortuna deriva dal suo primo antenato conosciuto, Sir John Spencer di Wormleighton nel Warwickshire,che acquistò Althorp nel 1522 dalla famiglia Catesby con gli enormi profitti dalla sua attività agricola.[3] La casa era in origine un edificio di mattoni rossi in Stile Tudor ma il suo aspetto fu radicalmente alterato nel XVIII secolo quando l'architetto Henry Holland fu incaricato di apportare modifiche estese a partire nel 1788.[4] L'interno della casa è generalmente considerato il suo punto di forza, poiché la famiglia Spencer ha raccolto una notevole collezione di ritratti d'arte incluso diversi pezzi dipinti dal maestro fiammingo Antoon van Dyck.[2] le scuderie ospitano una mostra dedicata alla memoria di Diana, Principessa di Wales, che è sepolta nella tenuta, e fornisce un ambiente attraente in pietra arenaria che compensa efficacemente l'imponente facciata della casa. Diana fu interrata su una piccola isola nel mezzo di un lago nei pressi della tenuta.[1] Nel settembre 2009, Lord Spencer ha avviato un importante progetto di restauro per riparare il, alla muratura e alle piastrelle che ricoprono la facciata, realizzato dall'architetto Giles Quarme.

Accesso[modifica | modifica wikitesto]

La tenuta e la casa sono aperti al pubblico durante i mesi estivi (dal 1 luglio al 30 agosto) Tutti i profitti vengono donati al Diana, Princess of Wales Memorial Fund.[5] La tenuta fu per la prima volta aperta al pubblico nel 1953 dal VII Conte Spencer, per mitigare contro la tassazione.[5] La proprietà aveva una sua stazione ferroviaria chiamata Althorp Park sulla Northampton Loop Line fino al 1960.

Villaggio di Althorp[modifica | modifica wikitesto]

All'interno della proprietà ci sono lavori in terra del villaggio perduto di Althorp su cui è stata costruita la tenuta.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Spencer, Charles (1998) Althorp: the story of an English house. London: Viking
  • Battiscombe, Georgina (1984) The Spencers of Althorp. London: Constable

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Sherry Beck Paprocki, Diana, Princess of Wales: Humanitarian, Infobase Publishing, luglio 2009, p. 31, ISBN 978-1-60413-463-6. URL consultato il 14 dicembre 2011.
  2. ^ a b Jones' views of the seats, mansions, castles, etc. of noblemen and gentlemen in England:: accompanied with historical descriptions of the mansions, lists of pictures, statues, &c. and genealogical sketches of the families, of their possessors: forming part of the general series of Jones' Great Britain illustrated, ...., Jones & Co., p. 245. URL consultato il 14 dicembre 2011.
  3. ^ The Spectator, 1864, p. 123. URL consultato il 14 dicembre 2011.
  4. ^ Charles Spencer, Althorp: the story of an English house, Viking, 1998, ISBN 978-0-670-88322-6. URL consultato il 14 dicembre 2011.
  5. ^ a b Nicola J. Palmer, Royal tourism: excursions around monarchy, Channel View Publications, 2008, p. 152, ISBN 978-1-84541-080-3. URL consultato il 14 dicembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]