Alger "Texas" Alexander

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alger "Texas" Alexander
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Texas blues
Country blues
Prewar Blues
Periodo di attività anni 1920 – 1954

Alger “Texas” Alexander (Jewett, 12 settembre 190016 aprile 1954) è stato un cantante blues statunitense proveniente dal Texas.

Uomo basso di statura, ma con una voce molto profonda, Alexander esordì la sua carriera per la strada ed esibendosi in occasione di pic-nic e feste locali, dove talvolta lavorò anche con Blind Lemon Jefferson. Nel 1927 incise il suo primo disco e, per tutti gli anni trenta, continuò a registrare per le etichette Okeh e Vocalion a New York City, San Antonio e Fort Worth.

Alexander non suonava alcun strumento musicale; nel corso degli anni si avvalse di diversi ragguardevoli musicisti come King Oliver, Eddie Lang, Lonnie Johnson, i Mississippi Sheiks e suo cugino Lightnin' Hopkins.

Nel 1939 Alexander assassinò sua moglie e per questo motivo rimase rinchiuso nel penitenziario statale a Paris in Texas dal 1940 al 1945. Dopo aver scontato la pena, ricominciò ad esibirsi ed a registrare altri dischi sino alla morte per sifilide avvenuta nel 1954.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 200876 LCCN: n/88/608075

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie