Accadde in aprile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Accadde in aprile
Titolo originale Sometimes in April
Paese di produzione Francia, Stati Uniti
Anno 2005
Durata 140 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere drammatico, storico
Regia Raoul Peck
Soggetto Raoul Peck
Musiche Bruno Coulais
Interpreti e personaggi

Accadde in aprile è un film TV del 2005 diretto da Raoul Peck.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 a dieci anni di distanza dal genocidio del Ruanda Augustin Muganza ex ufficiale dell'esercito ruandese ora insegnante riceve una lettera dal fratello Honoré Butera, al tempo speaker della Radio Télévision Libre des Mille Collines che fomentava l'odio contro i tutsi, adesso imputato nel processo contro gli autori del genocidio. Nella lettera Honoré dice di voler vedere il fratello per spiegargli che fine hanno fatto sua moglie e i suoi figli. Augustin decide quindi di incontrarlo e nel frattempo rievoca i fatti accaduti dieci anni prima.

Nel 1994 Augustin di origine hutu e la moglie di origine tutsi in seguito all'uccisione del presidente del Ruanda e all'acuirsi delle violenze contro i tutsi cercano un modo per salvarsi. Augustin chiama il fratello che nonostante sia a favore delle violenze che si perpetrano nel paese decide lo stesso di aiutare la sua famiglia portando la moglie, i figli e un'amica di Honoré all'Hôtel des Mille Collines sfruttando la sua popolarità per riuscire a passare i posti di blocco. Passato un po' di tempo Honoré riuscirà a raggiungere l'hotel assistendo tra l'altro all'uccisione del collega che lo accompagnava.

Nel frattempo il college cattolico in cui stava la figlia di Augustin viene assalito dalle milizie hutu, la figlia, una sua compagna di scuola ed un'insegnante (compagna di Honoré nel 2004) riescono a sopravvivere ed a scappare per rifugiarsi in campagna, purtroppo la figlia di Augustin morirà poco dopo di stenti.

Nel 2004 Augustin riesce infine ad incontrare Honoré che gli racconta ciò che è accaduto al resto della sua famiglia: fermati ad un posto di blocco i figli vengono uccisi sul posto, la moglie riesce a sopravvivere ed Honoré la porta davanti ad una chiesa in cui viene accolta, dopo essere stata vessata e stuprata la moglie di Augustin si toglie la vita con una bomba a mano uccidendo anche i suoi aguzzini.

Durante la durata di tutto il film viene mostrata l'inadeguatezza della risposta internazionale alla crisi in atto (il massacro di undici soldati belgi che difendevano l'abitazione del Primo ministro Agathe Uwilingiyimana, l'indecisione del governo americano e l'ambiguità dei francesi che armarono le milizie paramilitari Hutu prima del genocidio e offrirono assistenza agli esponenti di spicco del governo Hutu in fuga al momento dell'avanzata del Fronte Patriottico Ruandese).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema