AEIOU

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Una meridiana a Merano (BZ) recante l'iscrizione AEIOU
Iscrizione A.E.I.O.U. sulla Steiner Tor a Krems (AT-3, Austria)

AEIOU, o A.E.I.O.U., era un acronimo utilizzato dai sovrani della Casa d'Asburgo. L'imperatore Federico III, che aveva un'inclinazione per le formulazioni legate al mito, faceva contrassegnare abitualmente edifici ed oggetti con questa sigla[1]. All'epoca l'imperatore non ne esplicitò il relativo significato, benché poco prima della morte avesse affermato che significasse (DE) "Alles Erdreich Ist Österreich Untertan", ovvero "L'intero mondo è soggetto all'Austria". Tuttavia questa interpretazione è discutibile e ne sono state avanzate diverse altre verosimili, quasi tutte sulla falsariga dello slogan politico:

  • (LA) Austria est imperio optime unita: L'Austria è ottimamente unita (al concetto di) Impero
  • (LA) Austria erit in orbe ultima: L'Austria sarà l'ultima (a sopravvivere) al mondo[2]
  • (LA) Austriae est imperare orbi universo: Spetta all'Austria governare il mondo[2][3]
  • (LA) Augustus est iustitiae optimus vindex: L'imperatore è il migliore vendicatore della giustizia
  • (LA) Austria Est Imperatrix Omnis Universi: L'Austria è imperatrice di tutto il mondo

Tutte queste versioni non si riferiscono all'Austria odierna, ma al grande impero degli Asburgo dove "non tramontava mai il sole". Nel 1951 Eugen Rosenstock-Huessy propose l'interpretazione:

  • (LA) Austria Europae Imago, Onus, Unio: L'Austria è l'immagine dell'Europa alla prova dell'unificazione

Se si confronta la prima versione, o anche la terza e la quinta delle verosimili, con la seconda delle verosimili, si potrebbe affermare come in questo stesso acronimo convivano un senso di grandezza e allo stesso tempo di declino dell'Impero asburgico.

Altri significati[modifica | modifica wikitesto]

AEIOU può anche rappresentare l'anagramma (IAOUE) della traslitterazione in latino o tedesco del Tetragramma biblico יהוה, l'innominabile appellativo di Dio, in allusione al diritto divino degli Asburgo sui territori della casata, del Sacro Romano Impero e forse dell'intero mondo.

È importante ricordarsi della predilezione degli Asburgo per la simbologia e gli slogan. Ad esempio sempre lo stesso Federico III creò il logo di una mano recante una spada sopra un libro aperto, con l'iscrizione "Quello regola, questa difende" o parecchi altri. Suo figlio Massimiliano I d'Asburgo, uno dei principali artefici della creazione del mito degli Asburgo, predilesse il motto "Prendi le misure e guarda all'obiettivo".

Un ulteriore significato della serie delle vocali venne suggerita in occasione dell'ultimo Congresso Eucaristico celebrato nell'Austria Imperiale, ed anagrammato in questo modo: Adoretur Eucharistia In Orbe Universo; ciò a significare lo stretto legame e la proverbiale devozione della Casa d'Austria verso il Santissimo Sacramento dell'Eucaristia. Si rammenti come l'Imperatore e Re partecipava alla Processione del Corpus Domini in forma solenne e a piedi dietro il baldacchino, quasi fosse l'atto più solenne dell'anno.

AEIOU è anche il nome di un disco del musicista svizzero Chab, uscito nel 2007.

C'è anche la versione tedesca di AEIOU: Alles Erdlich Ist Österreich Untertan (tutto ciò che è di questa terra è sottomesso all'Austria).

Da citare anche il canone inverso, UOIEA in latino: Undique Orbis Imperium Est Austriae.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brewer, E. Cobham, The Dictionary of Phrase and Fable, Edwinstowe, Avenel Books, 1894 (ristampa del 1978), p. 1 ISBN 0-517-259-21-4
  2. ^ a b Meyers Konversations-Lexikon, 1885-1890, vol. 1, p. 1.
  3. ^ Cesare Marchi, Siamo tutti latinisti, 14ª ed., Milano, Biblioteca Universale Rizzoli [1986], 2007, p. 36, ISBN 978-88-17-11560-5.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Alphons Lhotsky, AEIOU - Die "Devise" Kaiser Friedrichs III. und sein Notizbuch, in Festgabe für August Loehr. Zum 70. Geburtstag gewidmet von seinen Kollegen, Mitarbeitern und Schülern = «Mitteilungen des Instituts für österreichische Geschichtsforschung», 60, 1952, pp. 155–193
  • (EN) Andrew Wheatcroft, The Habsburgs: Embodying Empire, Londra, Viking, 1995. ISBN 0-670-85490-5

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

lingua latina Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina