Charm M

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Millennium Express II
The "Ionic Ferry" at Larne (2) - geograph.org.uk - 1632822.jpg
La Ionic Ferry a Larne, 1989
Descrizione generale
Civil Ensign of the United Kingdom.svg
Flag of Greece.svg
Flag of Cyprus.svg
Flag of Georgia.svg
Flag of Panama.svg
Tipotraghetto Roll-on/Roll-off
IdentificazioneNumero IMO: 6710906[1]
CostruttoriAteliers et Chantiers de Bretagne
CantiereNantes, Francia
Impostazione15 settembre 1966[1]
Varo27 gennaio 1967[1]
Completamento15 giugno 1967[1]
Entrata in servizio1º luglio 1967[1]
Nomi precedentiDragon (1967 - 8 luglio 1986)
Ionic Ferry (8 luglio 1986 - 18 giugno 1992)
Viscountess M (18 giugno 1992 - agosto 1995)
Charm M (agosto 1995 - novembre 1997)
Memed Abashidze (novembre 1997 - dicembre 1999)
Med (dicembre 1999 - luglio 2000)
Destino finaleDemolita nel 2003 ad Aliaga, Turchia, dopo un incendio.
Statodemolita
Caratteristiche generali
Stazza lorda8888 (originariamente 6100)[1] tsl
Portata lorda2134 (originariamente 1790[1]) tpl
Lunghezza134,63[1] m
Larghezza21,87[1] m
Pescaggio4,82[1] m
Propulsionedue 12 cilindri Pielstick Diesel, 5.968 kW[1]
Velocità17[1] nodi
Capacità di carico350 automobili (originariamente 250) o 420 m.l.carico[1]
Passeggeri1300 (originariamente 850)[1]

(SV) M/S DRAGON (1967), Fakta om Fartyg

voci di navi passeggeri presenti su Wikipedia

La Charm M era una nave traghetto appartenuta con questo nome alla compagnia di navigazione greca Marlines dal 1995 al 1998. Precedentemente, dal 1992 al 1995, aveva fatto parte della flotta Marlines con il nome Viscountess M, cambiato in seguito al cambio di bandiera da greca a cipriota.

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

La Ionic Ferry a Larne, 1987

Varata nel 1967 con il nome di Dragon per conto della P&O, al momento dell'entrata in servizio sulla rotta SouthamptonLe Havre, avvenuta nel luglio dello stesso anno, era il più grande traghetto in servizio sulla Manica[2]. Nel 1985 fu ceduta insieme alla gemella Leopard alla rivale Townsend Thoresen. Nel 1986 il traghetto fu rinominato Ionic Ferry, venendo spostato sui collegamenti tra Scozia e Irlanda del Nord e tornando di proprietà della P&O nel 1987. Nel 1992 la nave fu acquistata dalla compagnia di navigazione greca Marlines, che aveva già comprato la gemella sei anni prima.

A differenza della gemella, che era stata sottoposta ad importanti lavori di ristrutturazione all'ingresso nella flotta della compagnia greca, la Ionic Ferry, rinominata inizialmente Viscountess M, fu interessata da lavori meno estesi, che ne aumentarono la capacità di trasporto passeggeri. Nell'agosto 1993 il traghetto partecipò all'evacuazione di circa mille cittadini greci dall'Abcasia, colpita dalla guerra civile[1]. Nel 1994 la nave fu immessa su una rotta tra Ancona, Patrasso e Çeşme (Turchia), sulla quale fu impiegata anche nel 1995, venendo rinominata Charm M in seguito al passaggio sotto bandiera cipriota nell'agosto dello stesso anno. Nell'agosto 1996 la nave, impegnata sulla stessa rotta, alla quale era stato aggiunto un ulteriore scalo a Candia, fu fermata a Patrasso in seguito ad un controllo durante il quale erano stati riscontrati gravi carenze nella pulizia a bordo, problemi in sala macchine e il mancato funzionamento dei servizi igienici.

Rientrato in servizio, nel 1998 il traghetto fu acquistato dalla compagnia statale georgiana, la GESCO, che la inserì con il nome di Mehmed Abashidze su un collegamento tra Venezia e Batumi, porto sul Mar Nero. Nel 2000 la nave fu ceduta alla compagnia greca Access Ferries, prendendo il nome di Millennium Express II e venendo utilizzata, nella stagione estiva, per collegare Igoumenitsa e Brindisi. Nell'estate 2001 il traghetto fu in servizio tra il porto pugliese e Cesme. Posta in disarmo per l'inverno, il 2 marzo 2002, mentre era in viaggio dal Pireo verso Durazzo per iniziare i collegamenti tra il porto albanese e Bari, la nave fu colpita da un incendio in sala macchine, che fu spento solo quattro giorni più tardi[1].

I danni furono talmente estesi da far dichiarare perdita totale della nave; rimorchiata ad Eleusi, nell'aprile 2003 fu tradotta ad Aliağa per essere demolita.

Navi gemelle[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (SV) M/S Dragon (1967), su faktaomfartyg.se. URL consultato il 6 dicembre 2009.
  • M/n Charm M, su adriaticandaegeanferries.com. URL consultato il 6 dicembre 2009.