Xu Xiangqian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Xu Xiangqian
Xu Xiangqian.jpg

Ministro della Difesa Nazionale della Repubblica Popolare Cinese
Durata mandato marzo 1978 –
marzo 1981
Predecessore Ye Jianying
Successore Geng Biao

Dati generali
Partito politico Partito Comunista Cinese
Titolo di studio Accademia militare
Università Accademia militare di Whampoa
Professione Militare
Xu Xiangqian
Xu xiangqian-19year.jpg
NascitaContea di Wutai, 8 novembre 1901
MortePechino, 21 settembre 1990
Dati militari
Paese servitoTaiwan Repubblica di Cina
Cina Repubblica Popolare Cinese
Forza armataFlag of the Republic of China Army.svg Esercito Rivoluzionario Nazionale
中國工農紅軍軍旗.svg Armata Rossa Cinese
Flag of the People's Liberation Army.svg Esercito Popolare di Liberazione
Anni di servizio1924 - 1985
GradoMaresciallo della Repubblica Popolare Cinese
GuerreSpedizione del Nord
Guerra civile cinese
Seconda guerra sino-giapponese
Guerra sino-vietnamita
CampagneCampagne di accerchiamento
Lunga marcia
Offensiva dei cento reggimenti
Comandante di4ª Armata del Fronte
Vice-comandante in capo della Cina del Nord
1ª Armata
Capo dello stato maggiore dell'Esercito Popolare di Liberazione
"fonti nel corpo del testo"
voci di militari presenti su Wikipedia

Xu Xiangqian[1] (Contea di Wutai, 8 novembre 1901Pechino, 21 settembre 1990) è stato un generale e politico cinese, uno tra i dieci generali dell'Esercito Popolare di Liberazione a essere promossi al grado di Maresciallo della Repubblica Popolare Cinese e Ministro della Difesa nazionale della Repubblica Popolare Cinese dal 1978 al 1981.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un ricco terratenente, aderì all'Esercito Rivoluzionario Nazionale di Chiang Kai-shek nel 1924 contro il parere dei genitori. Quando il Kuomintang incominciò a combattere i comunisti nel 1927, Xu lasciò le forze di Chiang e guidò un esercito comunista situato nel Sichuan sotto l'autorità politica di Zhang Guotao. Quando Zhang fu purgato nei primi anni '30 Xu sopravvisse politicamente e rientrò nell'Armata Rossa Cinese in una posizione più bassa sotto la leadership di Mao Zedong.

Durante la Seconda guerra sino-giapponese Xu servì in diverse unità militari nelle aree controllate dai comunisti nella Cina del Nord, e diresse la costruzione di diverse basi. Quando la Guerra civile cinese riprese nel 1947 fu attivo di nuovo nella Cina settentrionale e le forze sotto il suo comando furono responsabili della cattura della città fortificata di Taiyuan nelle ultime fasi della guerra nel 1949.

In seguito alla nascita della Repubblica Popolare Cinese nel medesimo anno, Xu fu uno tra i 10 dieci generali a essere promossi al grado di Maresciallo della Repubblica Popolare Cinese. Detenne diversi posizioni politiche e militari, e sopravvisse alla Rivoluzione culturale nonostante avesse tentato di moderare diversi degli effetti distruttivi provocati da essa. Fu un importante sostenitore di Deng Xiaoping e del suo ritorno al potere politico nel 1976. Continuò a servire in un gran numero di cariche politiche e militari finché fu forzato a ritirarsi nel 1985.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'onomastica cinese il cognome precede il nome. "Xu" è il cognome.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN62802387 · ISNI (EN0000 0000 8247 711X · LCCN (ENn78044652 · BNF (FRcb15589325q (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n78044652