Campagne di accerchiamento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le campagne di accerchiamento furono campagne lanciate dalle forze del Governo nazionalista cinese contro le forze del Partito Comunista Cinese durante la prima fase della Guerra civile cinese. Le campagne furono lanciate tra la fine degli anni '20 e la metà degli anni '30 con l'obbiettivo di isolare e distruggere l'Armata Rossa Cinese in via di sviluppo, con le forze nazionaliste che lanciavano campagne di accerchiamento contro basi comuniste in diverse località separate in tutta la Cina.

Campagne di accerchiamento per posizione[modifica | modifica wikitesto]

Prime campagne di accerchiamento[modifica | modifica wikitesto]

Seconde campagne di accerchiamento[modifica | modifica wikitesto]

Terze campagne di accerchiamento[modifica | modifica wikitesto]

Quarte campagne di accerchiamento[modifica | modifica wikitesto]

Quinte campagne di accerchiamento[modifica | modifica wikitesto]

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

Le prime quattro campagne di accerchiamento dei militari nazionalisti non ebbero successo. Tuttavia con l'ascesa di Adolf Hitler in Germania nel 1933 e la successiva cooperazione tra la Germania nazista e la Repubblica di Cina, i nazionalisti riuscirono nella quinta campagna finale a eliminare gran parte delle forze comuniste nel Jiangxi e a obbligare l'Armata Rossa alla famosa ritirata Lunga Marcia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2012004148