Xenia (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Xenia è un nome proprio di persona italiano femminile[1][2].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Riprende il nome della xenia (in greco antico ξενία), che presso gli elleni era il concetto sacro dell'ospitalità (oltre ad essere un epiteto della dea Atena[5]), e viene quindi interpretato come "ospitalità" o come "ospitale"[1][2][3][4]; etimologicamente deriva da ξένος, xénos, "ospite", "straniero"[1][3][4][6].

Il nome venne portato da una santa martire del V secolo molto venerata nelle Chiese orientali[3], ed ha quindi avuto notevole fortuna nell'Oriente cristiano, specie in Russia[5]: venne adottato, tra l'altro, dai Romanov, al che si deve probabilmente l'uso del nome al di fuori di Russia e Ucraina[5]. In Italia gode di scarso utilizzo[2], ed è attestato con maggiore frequenza al Nord e al Centro; tale diffusione, in parte attribuibile alla memoria classica o al debole culto di santa Xenia, è dovuta in realtà principalmente alla popolarità di attrici od opere teatrali o letterarie straniere[1]. Questo nome venne anche attribuito alla città statunitense di Xenia, in Ohio, proprio per suggerire cordialità e ospitalità[6].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si può festeggiare il 24 gennaio in onore di santa Xenia (o Eusebia), vergine di Milasa[4][7][8]; la Chiesa ortodossa russa ricorda anche, in data 6 febbraio, santa Ksenija di Pietroburgo, "stolta in Cristo".

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Variante Ksenia[modifica | modifica wikitesto]

Variante Ksenija[modifica | modifica wikitesto]

Variante Oksana[modifica | modifica wikitesto]

Altre varianti femminili[modifica | modifica wikitesto]

Varianti maschili[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i De Felice, p. 154.
  2. ^ a b c d e La Stella T., p. 378.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w (EN) Xenia, su Behind the Name. URL consultato il 9 febbraio 2020.
  4. ^ a b c d e Albaigès i Olivart, p. 255.
  5. ^ a b c d e Sheard, p. 590.
  6. ^ a b (EN) Xenia, su Online Etymology Dictionary. URL consultato il 9 febbraio 2020.
  7. ^ Santa Xenia (Eusebia di Milasa), su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 9 febbraio 2020.
  8. ^ (EN) Saint Eusebia of Milas, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 9 febbraio 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi