Xanthomixis cinereiceps

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Bulverde corona grigia
Immagine di Xanthomixis cinereiceps mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Sylvioidea
Famiglia Bernieridae
Genere Xanthomixis
Specie X. cinereiceps
Nomenclatura binomiale
Xanthomixis cinereiceps
(Sharpe, 1881)
Sinonimi

Phyllastrephus cinereiceps
Bernieria cinereiceps

Il bulverde corona grigia o tetraka corona grigia (Xanthomixis cinereiceps (Sharpe, 1881)) è un uccello passeriforme della famiglia Bernieridae[2].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome scientifico della specie, cinereiceps, deriva dal latino e significa "dalla testa color cenere", in riferimento alla livrea di questi uccelli: il loro nome comune altro non è che la traduzione di quello scientifico.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Misura 14 cm di lunghezza, per 13,5-24,5 g di peso[3].

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di uccelletti dall'aspetto robusto, muniti di grossa testa arrotondata, caratteristico becco sottile e appuntito con mandibola inferiore lievemente convessa nella sua parte centrale, ali arrotondate e coda dall'estremità arrotondata.

Il piumaggio si presenta bruno-olivastro su dorso, ali e coda e giallastro su ventre e sottocoda, mentre petto e fianchi sono di colore verde-giallastro: come intuibile sia dal nome comune che dal nome scientifico, la testa è di colore grigio, con gola biancastra.

Il becco è di colore nerastro superiormente e rosa-arancio con la punta nera inferiormente: le zampe sono grigio-nerastre e gli occhi sono invece di colore bruno scuro[4].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di uccelli diurni, che vivono da soli o in coppie, non di rado in associazione con altre specie affini.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Il tetraka corona grigia è un uccello principalmente insettivoro, che si nutre sia sul terreno che sugli alberi, utilizzando il becco come sonda fra le foglie.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'accoppiamento, che solitamente avviene a novembre, la femmina depone sino a tre uova biancastre con punteggiatura scura in un nido a forma di coppa realizzato nel folto di un cespuglio a 1–2 m dal terreno intrecciando muschio, erba secca e fibre di palma[4].

Mentre la cova è appannaggio quasi esclusivo della femmina, le cure parentali verso i pulli, che schiudono ciechi ed implumi, sono a carico di ambedue i genitori, con osservazioni di esemplari terzi (verosimilmente giovani esemplari appartenenti a nidiate precedenti) intenti ad imbeccare i nidiacei, che farebbero pensare alla riproduzione cooperativa[3][4].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il tetraka corona grigia è endemico del Madagascar, del quale popola un'ampia fascia orientale che va dalla punta settentrionale (Manongarivo e Tsaratanana) a sud fino ad Andohahela.

L'habitat di questi uccelli è rappresentato dalla foresta pluviale sempreverde collinare e montana fra gli 800 e i 2000 m di quota, con predilezione per le aree sopra i 1000 m[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Bernieria cinereiceps, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.3, IUCN, 2017.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Bernieridae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 15 ottobre 2014.
  3. ^ a b c (EN) Grey-crowned Tetraka (Xanthomixis cinereiceps), su Handbook of the Birds of the World. URL consultato il 12 marzo 2018.
  4. ^ a b c BirdLife International (2014), Species factsheet: Bernieria cinereiceps, su birdlife.org. URL consultato il 15 ottobre 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Morris P. & Hawkins F., Birds of Madagascar: A Photographic Guide, Mountfield, UK, Pica Press, 1998, p.316, ISBN 1-873403-45-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]