W. D. Richter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da W.D. Richter)
Jump to navigation Jump to search

W. D. Richter (New Britain, 7 dicembre 1945) è uno sceneggiatore, regista e produttore cinematografico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1945 a New Britain, nel Connecticut, Richter si è laureato presso il Dartmouth College e ha frequentato l'USC School of Cinematic Arts a Los Angeles.[1][2]

Ha iniziato a scrivere sceneggiature per lungometraggi negli anni settanta, scrivendo le commedie L'inseguito (1973), Una valigia piena di dollari e Vecchia America (1976). In seguito è passato ad altri generi, sceneggiando il film di fantascienza Terrore dallo spazio profondo (1978), remake de L'invasione degli ultracorpi del 1956, e l'horror Dracula, diretto da John Badham (1979).

Nel corso degli anni ottanta e novanta ha continuato a scrivere sceneggiature, tra cui quelle di Brubaker di Stuart Rosenberg (1980), Grosso guaio a Chinatown di John Carpenter (1986), Cose preziose di Fraser C. Heston (1993) e A casa per le vacanze di Jodie Foster (1995). Nello stesso periodo ha prodotto e diretto i film di fantascienza Le avventure di Buckaroo Banzai nella quarta dimensione (1984) e Surgelati speciali (1991). Nel 2005 ha sceneggiato Stealth - Arma suprema di Rob Cohen.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Regista e produttore[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Hank Leukart, Top 10 cult films: weird, cheap and out of control[collegamento interrotto], thedartmouth.com, 18 febbraio 1998. URL consultato l'8 luglio 2016.
  2. ^ (EN) W.D. Richter, hollywood.com. URL consultato l'8 luglio 2016.
  3. ^ a b c (EN) SLITHER (1973), tcm.com. URL consultato l'8 luglio 2016.
  4. ^ (EN) THE 53RD ACADEMY AWARDS, oscars.org. URL consultato l'8 luglio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN107149942 · ISNI (EN0000 0001 1696 7812 · LCCN (ENno99054553 · GND (DE13820859X · BNF (FRcb12634964s (data) · WorldCat Identities (ENno99-054553