Villa Puccini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la villa pistoiese dei Puccini, vedi Villa Puccini di Scornio.
Villa Puccini
Villa puccini di torre del lago 01.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
Divisione 1Toscana
LocalitàTorre del Lago Puccini
Indirizzoviale G. Puccini, 266
Coordinate43°49′57.03″N 10°18′21.78″E / 43.832508°N 10.306049°E43.832508; 10.306049Coordinate: 43°49′57.03″N 10°18′21.78″E / 43.832508°N 10.306049°E43.832508; 10.306049
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Ricostruzione1891
Usomuseo
Piani2

Villa Puccini, appartenuta al celebre compositore operistico Giacomo Puccini è situata a Torre del Lago Puccini, una frazione di Viareggio in provincia di Lucca, sulle rive del Lago di Massaciuccoli. La villa oggi è sede del Museo Villa Puccini, che è stato gestito da Simonetta Puccini, nipote di Giacomo, fino alla sua morte.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'acquisto da parte del compositore risale al 1898, incantato dalla tranquillità della riva del lago, dopo averci soggiornato sin dal 1891 affittuario dei proprietari, i Duchi d'Austria. L'edificio venne completamente distrutto e ricostruito, secondo un progetto frutto della collaborazione tra Puccini, De Servi, Nomellini, Galileo Chini e l'architetto Vincenzo Pilotti.

Giardino

La semplicità dell'esterno dell'edificio, a pianta rettangolare a due piani, contrasta con le ricche decorazioni eclettiche degli interni che caratterizzano ogni stanza in base alla sua funzione: la sala del pianoforte, o della scrittura, il salottino, il soggiorno (con un pannello ceramico di Chini sul caminetto) e la cappella, decorata da Adolfo De Carolis, dove è sepolto il musicista insieme alla moglie, al figlio, alla nuora e alla nipote.

Il piccolo giardino, che originariamente era lambito dal lago, si ispira nelle dimensioni e nelle aiuole ornate di pietre, al giardino giapponese. Il collegamento tra edificio e giardino avviene mediante una bovindo in ferro e vetro. Vicino alla riva è stato collocato un monumento bronzeo che rappresenta il Maestro.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • I giardini di Toscana, a cura della Regione Toscana, Edifir, Firenze 2001.
  • Il tour delle ville. Le Guide di Toscana, supplemento a l'Unità, maggio 1993.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]