Victoria amazonica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Victoria amazonica
Victoria amazonica edit 1.jpg
Fiore appena sbocciato di Victoria amazonica

Adelaide Botanic Garden (Australia)

Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Classe Magnoliopsida
Ordine Nymphaeales
Famiglia Nymphaeaceae
Genere Victoria
Specie V. amazonica
Classificazione APG
Regno Plantae
Ordine Nymphaeales
Famiglia Nymphaeaceae
Nomenclatura binomiale
Victoria amazonica
(Poepp.) J.C.Sowerby, 1850


Victoria amazonica (Poepp.) Sowerby, 1850 è una pianta acquatica della famiglia delle Nymphaeaceae, originaria del bacino dell'Amazzonia. Questa ninfea sudamericana presenta le foglie più grandi del mondo tra le specie acquatiche. Queste foglie sono in grado di galleggiare e sopportare pesi grazie alla particolare tessitura delle nervature della pagina inferiore. Le foglie fungono quindi da supporto per diverse specie di uccelli che le usano come piattaforma per la pesca, nonché per vari rettili che le utilizzano per esporsi al sole.

In orticoltura, questa specie spettacolare è molto apprezzata, anche se è difficile coltivarla lontano dall'equatore e cresce solo in serre appositamente attrezzate.


Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ha foglie di dimensioni grandi, fino ai 3 metri di diametro con un bordo rialzato di circa dieci centimetri e costole profonde sul lato inferiore che gli consentono di intrappolare delle sacche d'aria e quindi di galleggiare molto bene. La superficie delle foglie è idrorepellente grazie ad una spessa cuticola cerosa idrofoba.

Gli steli sono di steli di 7-8 metri di lunghezza e sono ancorati al terreno. Sono piante rizomatose.


I fiori possono arrivare a 40 cm di diametro, con 4 sepali coriacei e spinosi di colore marrone con bordi rosa. I petali sono numerosi da 50 a 70 per fiore. Gli stami sono da 100 a 300. Il gineceo è composto da 20 a 40 carpelli sincarpici. L'ovario è pluriloculare. Il fiore è proterogino.

pagine inferiore di una foglia di Victoria amazonica con il dettaglio della struttura reticolata

La prima notte dopo essere sbocciati i fiori sono bianchi, e dalla seconda notte in poi assumono una colorazione rosa. Questo avviene a causa delle reazioni chimiche durante l'impollinazione che producono una grande quantità di antociani che determinano la variazione cromatica.


I fiori sono impollinati dai coleotteri.

Il frutto è una bacca ovoidale con un diametro leggermente superiore a 10 cm che contiene 100-700 semi ovali, lunghi un centimetro.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La specie è nativa delle acque poco profonde del bacino del Rio delle Amazzoni.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica