Veterupristisaurus milneri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Veterupristisaurus
Veterupristisaurus Skeletal Diagram.png
Parti ossee conosciute di Veterupristisaurus
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Superordine Dinosauria
Sottordine Theropoda
Infraordine Carnosauria
Superfamiglia Carcharodontosauria
Famiglia Carcharodontosauridae
Genere Veterupristisaurus
Rauhut, 2011
Specie V. milneri
Nomenclatura binomiale
Veterupristisaurus milneri
Rauhut, 2011

Veterupristisaurus milneri è un dinosauro teropode facente parte della famiglia dei carcharodontosauridi vissuto nel Giurassico superiore, i cui resti fossili sono stati ritrovati all'interno della Formazione Tendaguru, posizionata nel sud-est della Tanzania.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni di V. milneri, a confronto con un uomo

I pochi resti fossili a disposizione su questo animale, tra cui una colonna vertebrale di circa 123 mm (4,8 in), indicano che l'intero animale poteva raggiungere dagli 8,5 m (28 ft) ai 10 m (33 piedi) di lunghezza, (stima basandosi sul suo parente più stretto Acrocanthosaurus). Tuttavia non è dato sapere se la vertebra che ha permesso tale stima appartenga ad un animale giovane o ad un adulto, pertanto queste stime sono ancora oggi dibattute. La morfologia della vertebra ritrovata dimostra una strettissima somiglianza con un altro dinosauro della stessa famiglia, Acrocanthosaurus. A supporto di questa parentela, il paleontologo Rauhut ha considerato l'ipotesi di istituire un gruppo-gemello tra Veterupristisaurus e Acrocanthosaurus, all'interno della famiglia dei carcharodontosauridae.[1]

Scoperta[modifica | modifica wikitesto]

Ricostruzione di V. milneri

Veterupristisaurus è noto solamente per il suo olotipo, oggi targato MB R 1938, che consiste in un'unica vertebra caudale isolata. In seguito, sono state ritrovate altre due vertebre caudali, targate MB R 2166, ritrovate nella stessa località dell'olotipo, quindi non è da escludere che si possa trattare dello stesso animale. In seguito è stata ritrovata una nuova vertebra caudale anteriore, targata MB R 1940, che potrebbe appartenere a questo genere. L'olotipo fu raccolto nel St (EH), una località del Tendaguru, in Tanzania, nell'Africa Orientale Tedesca, e proveniente dal Middle Dinosaur Member, della Formazione Tendaguru, formazione risalente tra la fine del Kimmeridgiano e i primi del Titoniano, del periodo Giurassico, circa 154-150 milioni di anni fa.[1]

Il Veterupristisaurus fu nominato per la prima volta da Oliver WM Rauhut, nel 2011 e la specie tipo di questo genere è V. milneri. Il nome generico significa letteralmente "antica lucertola-squalo", ciò si riferisce al fatto che, attualmente, Veterupristisaurus è il più antico rappresentante dei carcharodontosauridi, le cosiddette "lucertole dai denti di squalo". Il nome specifico, invece, onora la paleontologa Angela C. Milner.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Oliver W. M. Rauhut, Theropod dinosaurs from the Late Jurassic of Tendaguru (Tanzania), in Special Papers in Palaeontology, vol. 86, 2011, pp. 195–239, DOI:10.1111/j.1475-4983.2011.01084.x.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Dinosauri Portale Dinosauri: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di dinosauri