Carnosauria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Carnosauria
Allosauroidea skull comparison.jpg
Ricostruzioni craniche di vari carnosauri
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Sauropsida
Sottoclasse Diapsida
Infraclasse Archosauromorpha
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Theropoda
Clade Neotheropoda
Clade Averostra
Clade Tetanurae
Clade Avetheropoda
Infraordine Carnosauria
Sottogruppi[1]

I carnosauri (Carnosauria) sono un gruppo di dinosauri carnivori vissuti tra il Giurassico e il Cretacico, comprendente forme molto famose quali Allosaurus o Giganotosaurus. La famiglia Tyrannosauridae, tra le cui fila si annoverano giganti come Tyrannosaurus o Tarbosaurus, invece, benché sia stata considerata in passato parte di Carnosauria, era in realtà una diramazione di Coelurosauria, un gruppo di dinosauri carnivori molto minuti - come Compsognathus - e a cui appartengono anche gli uccelli moderni.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Le caratteristiche di questo gruppo riguardano principalmente la testa, di grandi dimensioni e dotata di forti denti a pugnale. Ia curvatura a "S" del collo suggerisce una muscolatura decisamente potente, e le mascelle erano molto elastiche: queste specializzazioni fanno ritenere che i carnosauri fossero predatori estremamente adattati alla caccia a grosse prede, come gli ornitischi o i giovani sauropodi. Le zampe anteriori erano corte e forti, munite di tre dita, mentre quelle posteriori erano lunghe, robuste e adatte alla corsa. I grandi artigli posti su tutte e quattro le zampe erano straordinari strumenti di offesa. La coda, lunga e irrigidita alla base come quella di tutti i tetanuri, faceva da contrappeso al corpo tenuto in avanti.

Origine ed evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

L'origine dei carnosauri è da ricercarsi fra i tetanuri primitivi del gruppo dei megalosauroidi, come Megalosaurus del Giurassico Superiore o Magnosaurus del Giurassico Medio, animali poco specializzati. I primi carnosauri dovettero svilupparsi verso la fine del Giurassico medio, ma sono molto poco noti: un esempio è Metriacanthosaurus dell'Inghilterra.

In breve, queste forme primitive diedero origine a due famiglie: gli allosauridi, superpredatori tipici del Nordamerica ma rinvenuti anche in Europa, e i sinraptoridi, di corporatura più leggera, i cui resti sono stati ritrovati in Asia (ma che probabilmente ebbero una distribuzione cosmopolita e sopravvissero a lungo nel Gondwana meridionale, solo ulteriori studi potranno far luce su questo clade). Queste forme furono gli anelli più alti della catena alimentare del loro habitat.

Nei primi tempi del Cretaceo, però, questi animali si estinsero, non prima di aver dato origine a una stirpe di carnosauri giganti, i carcarodontosauridi, tipici del Cretaceo di Africa e Sudamerica. Questi enormi predatori, lunghi anche 13 metri, furono tra i più grandi dinosauri carnivori mai vissuti, e condividevano l'habitat con predoni altrettanto giganteschi ma più primitivi, gli spinosauridi.

Un'altra famiglia di carnosauri vissuta nel Cretaceo è quella dei neovenatoridi, particolarmente diffusa nei continenti meridionali; questi animali erano dotati di grandi artigli alle zampe anteriori e furono gli ultimi carnosauri a scomparire, alla fine del Cretaceo superiore.

"Falsi carnosauri"[modifica | modifica wikitesto]

Un tempo si riteneva che i carnosauri comprendessero tutti i dinosauri carnivori di grosse dimensioni. Generi come Ceratosaurus, Megalosaurus, Dilophosaurus, Baryonyx, Spinosaurus e ovviamente Tyrannosaurus erano classificati come carnosauri. Successive analisi cladistiche compiute dai paleontologi hanno però mostrato come tutti questi dinosauri fossero imparentati alla lontana; la maggior parte di queste forme, a tutt'oggi, viene classificata variamente nei gruppi dei ceratosauri, megalosauri e tirannosauri.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Il cladogramma sotto è tratto dall'analisi filogenetica di Zanno & Makovicky (2013)[1]

Allosauroidea
Metriacanthosauridae
 
 

Yangchuanosaurus zigongensis


 
 

CV 00214


 

Yangchuanosaurus shangyouensis




 
 

Shidaisaurus


 
 

Sinraptor hepingensis


 
 

Metriacanthosaurus


 
 

Sinraptor dongi


 

Siamotyrannus







Allosauria
Allosauridae
 

Allosaurus


 

Saurophaganax



Carcharodontosauria
Neovenatoridae
 

Neovenator


 
 

Chilantaisaurus


Megaraptora
 

Siats


 
 

Aerosteon


 

Megaraptor



 
 

Australovenator


 

Fukuiraptor






Carcharodontosauridae
 
 

Eocarcharia


 

Concavenator



 
 

Acrocanthosaurus


 
 

Shaochilong


Carcharodontosaurinae
 

Carcharodontosaurus


Giganotosaurini
 

Tyrannotitan


 
 

Mapusaurus


 

Giganotosaurus












Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Lindsay E. Zanno & Peter J. Makovicky, Neovenatorid theropods are apex predators in the Late Cretaceous of North America, in Nature, nº 2827, 2013, DOI:10.1038/ncomms3827.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]