Vertovino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vertovino
insediamento
Vrtovin
Vertovino – Veduta
Localizzazione
StatoSlovenia Slovenia
Regione statisticaGoriziano
ComuneAidussina (comune)
Territorio
Coordinate45°53′56.4″N 13°48′46.08″E / 45.899°N 13.8128°E45.899; 13.8128 (Vertovino)Coordinate: 45°53′56.4″N 13°48′46.08″E / 45.899°N 13.8128°E45.899; 13.8128 (Vertovino)
Altitudine159,3 m s.l.m.
Superficie16,14 km²
Abitanti478 (2002)
Densità29,62 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale5262
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Slovenia
Vertovino
Vertovino

Vertovino[1](in sloveno Vrtovin. in tedesco Vertovino[2]) è un paese della Slovenia, frazione del comune di Aidussina.

La località, che si trova a 159,3 metri s.l.m. ed a 14,7 kilometri dal confine italiano, è situata al centro della Valle del Vipacco, sulla strada AidussinaNova Gorica.
L'insediamento (naselje) è formato da più agglomerati: Cosciani (Kocjani), Gulle (Guli), Losari (Lozarji), Ostini (Guštini), Sattei (Šateji), Sebuli (Čebuli), Zermicie (Črmelji).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la caduta dell'Impero romano d'Occidente, e la parentesi del Regno ostrogoto, i Longobardi si insediarono nel suo territorio, seguiti poi attorno al VI secolo da popolazioni slave. Alla caduta del Regno longobardo subentrarono quindi i Franchi; nell'887 Arnolfo, Re dei Franchi orientali, istituì la marca di Carniola; nel 957 la Carniola passò sotto l'autorità del Duca di Baviera e poi nel 976 nel Ducato di Carinzia appena costituito dall'imperatore Ottone II.
In seguito il Ducato di Carinzia passò, come ricompensa per i servigi resi all'imperatore Rodolfo I contro Ottocaro II di Boemia, a Mainardo II di Tirolo-Gorizia; il suo territorio entrò quindi nella Contea di Gorizia e in seguito, nel 1500 passando alla Casa d’Asburgo, della Contea di Gorizia e Gradisca[3].
Con il trattato di Schönbrunn (1809) entrò a far parte delle Province Illiriche.
Col Congresso di Vienna nel 1815 rientrò in mano austriaca divenendo comune autonomo[4][5].

Dal 1920 al 1947 fece parte del Regno d'Italia, inquadrato nella Provincia di Gorizia e fu comune autonomo fino al 1927 quando fu soppresso e aggregato a Cernizza Goriziana[6]; passò poi alla Jugoslavia e quindi alla Slovenia.

Alture principali[modifica | modifica wikitesto]

Grande Madrásovici (Veliki Modrosovec), 1355 m, Cucelli (Kucelj), 1237 m.[7]

Corsi d'acqua[modifica | modifica wikitesto]

torrente Vertovino (Vrtovinšček)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Regio Decreto 29 marzo 1923, G.U. 27 aprile 1923, n.99
  2. ^ Vertovino, Cosciani, Ostini, Sattei, Zermicie – Catasto austriaco franceschino 1822[collegamento interrotto]
  3. ^ rielaborazione G.I.S. con i confini attuali e quelli del Josephinische Landesaufnahme (1763-1787), in Isonzo-Soča n.79/80 – Ottobre/Novembre 2008, pg. 18-22, “La Contea di Gorizia tra vecchi e nuovi confini”, Michele Di Bartolomeo
  4. ^ Il comune – Catasto austriaco franceschino 1822 Archiviato il 7 agosto 2011 in Internet Archive.
  5. ^ Gemeinde Vertovino[collegamento interrotto] - Catasto austriaco franceschino
  6. ^ Regio Decreto 15 dicembre 1927, n. 2473
  7. ^ Carte Geologiga e Pedagogiche delle Provincie di Gorizia e Trieste, Roma 1938.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN240108788
Slovenia Portale Slovenia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Slovenia