Provincia di Gorizia (1927-1945)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Provincia di Gorizia.

Provincia di Gorizia
Provincia di Gorizia-Stemma.png
Informazioni generali
Capoluogo Gorizia
Dipendente da Italia Italia
Suddiviso in 42 comuni
Evoluzione storica
Inizio 1927
Fine 1947
Preceduto da Succeduto da
Udine Udine Gorizia Gorizia
Slovenia Goriziano
Cartografia
Italian province of Gorizia.JPG

Tra il 1927 e il 1947 la provincia di Gorizia era estesa su un territorio sensibilmente più ampio di quello attuale, visto che comprendeva anche l'alta e media valle dell'Isonzo con i suoi affluenti fino a Gradisca, corrispondendo solo in parte alla vecchia provincia di Gorizia soppressa nel 1923.

La provincia di Gorizia esistita dal 1927 al 1947 venne infatti ricreata quattro anni dopo la sua precedente soppressione, causata da motivi amministrativi e politici, con confini leggermente differenti, staccandola dalla provincia di Udine.[1] Dopo il 1947 la provincia di Gorizia perse gran parte del suo territorio, che fu ceduto alla Jugoslavia in seguito ai trattati di pace conseguenti alla sconfitta dell'Italia nella seconda guerra mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Provincia di Gorizia nel periodo 1927-1945; i confini riportati non corrispondono esattamente a quelli dell'epoca poiché sono state utilizzate le divisioni amministrative attuali.

La provincia era divisa in 42 comuni e nel 1938 aveva una superficie di 2.724,72 km² con una popolazione di 200.152 abitanti e una densità di 76 ab./km².[2] In seguito all'armistizio italiano, venne immediatamente occupata dalla Germania nazista, che già due giorni dopo proclamò l'amministrazione militare, ed entrò a far parte della Zona d'operazioni del Litorale adriatico senza tuttavia perdere la sua specificità.

L'atto iniziale di smembramento della provincia risale invece al maggio del 1945, allorquando la porzione orientale fu occupata dalle truppe comuniste jugoslave (ANVOJ) e sottoposta ad un complicato incastro di consigli popolari facenti capo al governo sloveno, il quale cancellò ogni autorità precedente e, in attesa dell'autorizzazione internazionale alla piena annessione, unì queste terre a quelle orientali della provincia di Trieste nel cosiddetto Litorale sloveno.

La parte occidentale fu invece gestita dall'Amministrazione militare alleata dei territori occupati (AMGOT) in maniera diretta, non quindi attraverso il Comitato di Liberazione Nazionale come nel resto del Nord Italia, bensì tramite un commissario di zona e commissari distrettuali che sostituirono in toto gli organismi comunali.

Con il trattato di pace del 1947 la parte dell'ex provincia occupata dagli alleati subì un ulteriore riduzione, arrivando nella sua parte settentrionale a retrocedere fino al confine italo-austriaco antecedente la Grande guerra, mentre solo il settore sudoccidentale rimase all'Italia, l'alta e media valle dell'Isonzo venendo annessa dalla Jugoslavia e dalla Slovenia, all'epoca una delle sue sei regioni.

Lingue[modifica | modifica wikitesto]

La popolazione parlava le seguenti lingue e dialetti:

  • italiano, lingua ufficiale e di cultura;
  • sloveno, lingua d'uso (nei dialetti obirsko, obsoško, šokarsko, tersko, trbonsko, tolminsko, vrtojbensko, vzhodno, zasavsko, ziljsko, zgornje savinjsko) nella maggior parte del territorio provinciale, nella valli dello Iudrio e in alta e media valle Isonzo fino a Gorizia;
  • friulano, nella sua variante goriziana, lingua d'uso a Gorizia insieme all'italiano, al dialetto veneto-goriziano e allo sloveno. Il friulano era anche parlato, dalla massima parte della popolazione residente nella parte occidentale e sud-occidentale della provincia;
  • bisiaco in Bisiacaria.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Monti[modifica | modifica wikitesto]

Monti oltre i 1000 m

Denominazione Altezza (m) Luogo
Monte Tricorno 2.863 m Alpi Giulie
Monte Canin 2.585 m Alpi Giulie
Monte Cergnala 2.344 m Alpi Giulie
Monte Grinta di Plezzo 2.344 m Alpi Giulie
Monte Nero 2.243 m Alpi Giulie
Monte Rudizza 1.962 m Alpi Giulie
Ursig 1.897 m Alpi Giulie
Monte Stol 1.668 m Alpi Giulie
Monte Matajur 1.641 m Alpi Giulie
Monte Ceson 1.348 m Alpi Giulie
Monte Cucco 1.243 m Alpi Giulie

Passi alpini[modifica | modifica wikitesto]

Fiumi[modifica | modifica wikitesto]

Comuni della provincia di Gorizia fino al 1947[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Comuni della Venezia Giulia.

Infrastrutture[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

La provincia era percorsa dalle seguenti strade statali:

Linee ferroviarie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Venezia Giulia e Dalmazia Portale Venezia Giulia e Dalmazia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Venezia Giulia e Dalmazia